Public Service, nuova sitcom con Amy Poehler (ma non spinoff di The Office)

Public Service, nuova sitcom con Amy Poehler (ma non spinoff di The Office)

Si chiama Parks and Recreation, ed è la nuova comedy della NBC con protagonista l’ex Saturday Night Live Amy Poehler che debutterà il 9 aprile

    Si chiama Public Service (poi rinominata in Parks and Recreation), ed è la nuova comedy della NBC con protagonista l’ex Saturday Night Live Amy Poehler che debutterà il 9 aprile (in America). Il motivo per cui ne parliamo? Data la presenza di Rashinda Jones di The Office, Public Service avrebbe potuto essere lo spinoff di The Office.

    Scusandoci se abbiamo ingenerato confusione, cominciamo subito col dire che no, Parks and Recreation (fu Public Service) non sarà LO spinoff di The Office (ma Greg Daniels ha detto che l’idea di un vero spinoff è allo studio), anche se è vero che nei giorni scorsi erano emersi rumors in tal senso data la moltitudine di personaggi di The Office; rumors immediatamente smentito dagli showrunners, secondo cui, posto che le ‘ospitate’ ci saranno con tanto di ‘crossover’ tra i vari membri del cast delle due serie, Public Service non avrà nulla a che fare con l’universo Dunder Mifflin.

    Ma di cosa parlerà la nuova Parks and Recreation? Secondo Kristin, la ‘documentary camera’ seguirà le avventure di Leslie Knope (la Poehler), burocrate di medio livello al “Parks and Recreation Department” di Pawnee, Indiana.

    La ‘missione’ della donna è quella di migliorare l’immagine della città (e quindi di migliorare la sua carriera): per riuscirci, si metterà in testa di aiutare l’infermiera Ann Logan (Rashida Jones) a trasformare una miniera abbandonata in un parco cittadino; le due, però, non hanno fatto i conti con altri burocrati, vicini egoisti, affaristi nel campo delle vendite immobiliari e fanatici di vario tipo che si opporranno con citazione in giudizio e con una burocrazia che pare ricorderà quella italiana.

    Nella sua missione, Leslie sarà sia aiutata sia contrastata da un suo college, Tom Haverford (Aziz Ansari), che cambia bandiera a seconda del guadagno personale che ne trarrà; contro di lei, a prescindere, il boss Ron Swanson, che si oppone a tutto e tutti.

    Ultimo punto, non meno importante, Leslie cercherà di ispirare una studentessa del college, tale April (Aubrey Plaza), e tutta la generazione ‘studentesca’, ad unirsi insieme per aiutare a realizzare il suo (di Leslie) sogno: diventare la prima presidente donna degli Stati Uniti.


    Secondo quanto dichiarato dalla protagonista, che – giusto un’informazione di ‘servizio pubblico’, in SNL ha fatto da spalla a Tina Fey/Sarah Palin nel ruolo di Hillary Clinton (poi le due hanno recitato assieme anche in Baby Mama), “il problema in molte sitcom è che il personaggio protagonista non è ‘cosciente’ di se stesso. Lesie è ottimista, ambiziosa, spera che il posto in cui è adesso non sarà il luogo in cui rimarrà”.

    Noi, secondo la Poehler, dovremmo dunque immedesimarci con Leslie, “dovremmo essere come lei, essere decisi, competere con i ‘ragazzi grandi’. Per me è stato molto facile essere cattiva e umiliare la gente in questo show, una cosa che ti fa sentire bene. Se vedrete gente cattiva come me, sarete soddisfatti”.

    E chissà se in Parks and Recreation vedremo mai Will Arnett: l’attore e marito della Poehler, prima che la serie ottenesse un titolo, aveva detto ‘scherzando’ che non avrebbe “mai fatto un’apparizione nello show se non avesse ottenuto un titolo”. Ora che ce l’ha…non ci resta che attendere news in tal senso!

    SNL: Tina Fey/Sarah Palin, & Amy Poehler/Hillary Clinton


    Sarah Palin e Hillary Clinton a SNL; Fey and Poehler

    811

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI