Prison Break, Arrested Development, Moonlighting, Monk: casting e novità

Prison Break, Arrested Development, Moonlighting, Monk: casting e novità

fox, prison break, serie tv americane, arrested development, cinema, Moonlighting, film tv, grey's anatomy, csi las vegas, brothers and sisters, 90210, monk: anticipazioni, casting news, gossip, spoiler e novità dalle serie tv americane e dalla tv made in Usa

    prison break

    Prison Break chiude con questa quarta stagione: a confermarlo è stato il presidente della Fox, Kevin Reilly, che lo ha annunciato nel corso del TV Critics Press Tour: “Questo, ha detto Reilly, è l’ultimo anno della serie“. La news, come anche da noi più volte scritto (addirittura si parlava di chiudere alla terza), era nell’aria, considerato anche il calo di ascolti che ha colpito Prison Break, anche se secondo Reilly, la chiusura è dovuta a considerazioni creative.

    Prison Break ha detto tutto quello che doveva dire, arrivato ad un certo punto senti che tutto quello che dovevi raccontare lo hai raccontato, e vuoi un finale forte, non trascinare il prodotto per altre stagioni“, ha spiegato il presidente della Fox. A questo punto, ci rimangono sicuramente 6 episodi, più un paio ordinati nei mesi scorsi che – contrariamente a quanto emerso – non saranno un film per la tv, ma semplicemente due episodi da un’ora ciascuno che concluderanno la serie.

    Il finale, comunque, è molto cool, ha anticipato Reilly, gli sceneggiatori me lo hanno accennato ed è un’ottima idea“. Se dobbiamo dire addio a Prison Break, va meglio a chi è anche fan di Fringe, cui non verrà staccata la spina: “Gli ascolti vanno bene, ha detto il presidente della Fox, e se uno segue la serie tutte le settimane, non può esserne deluso“. Maggiori aggiornamenti, come sempre, in uno dei prossimi post.

    E sempre rimanendo in casa Fox, le ultime news sul progetto del film tratto dalla celebre sitcom Arrested Development, per cui ancora non è stato scritturato Michael Cera: l’annuncio è stato dato da Will Arnett, Jason Bateman e dal produttore Mitch Hurwitz, che promuovevano la sitcom “Sit Down, Shut Up“. Hurwitz si è comunque detto “speranzoso” che Cera prima o poi firmerà per la versione cinematografica di Arrested, definito un mix tra “Valkyrie e Hotel for Dogs”.

    Secondo quanto dichiarato dai tre, “stiamo cercando di portare sul grande schermo tutti gli attori della serie, e sappiamo che Cera ci sta pensando. Michael ha avuto delle occasioni d’oro grazie ad Arrested, quindi penso che stia tentando di capire se la mossa può essere buona per la sua carriera. Il ragazzo ha 20 anni, e sono sicuro che non vorrà gettare al vento quest’opportunità“, ha aggiunto Bateman. Confermato, infine, che Arrested Development – Il film non sarà un prequel, ma un sequel, ambientato cinque anni dopo…anche se le cose più o meno sono rimaste sempre uguali.


    Laura Allen, già vista in Dirt e in The 4400, sarà la guest star del quindicesimo episodio di Grey’s Anatomy, nel ruolo di ex fidanzata del personaggio di Kevin McKidd; a dare la notizia è stato proprio il Maggiore Owen Hunt, che non ha escluso come, per scoprire maggiori dettagli su di lui, prima o poi non vedremo anche la sua famiglia nella serie.

    Taylor Swift apparirà in uno dei prossimi episodi di CSI Las Vegas: la diciannovenne star della musica country sarà Haley, teenager problematica i cui genitori gestiscono un motel: secondo quanto dichiarato da Naren Shankar a TV Guide, l’episodio sarà ambientato nel presente, per poi rivitare il passato, documentando una serie di cambiamenti che finiscono in tragedia per il personaggio.

    Tony Shaloub ha confermato che l’ottava stagione di Monk sarà anche l’ultima: “E’ un lavoro fantastico, ha detto l’attore, ho lavorato con persone magnifiche e mi diverto moltissimo ad interpretare il mio personaggio, ma otto anni sono abbastanza. Abbiamo esplorato tutte le storie, e per quanto mi piaccia fare questo lavoro, vorrei andare avanti“.

    Breve accenno a due casting news emerse nei giorni scorsi, la prima è che Balthazar Getty ha per l’ennesima volta negato che la sua relazione con Sienna Miller gli abbia causato problemi al lavoro; secondo l’attore, “sul set siamo molto uniti, ci sono alti e bassi ma ci vogliamo bene: se i produttori decidessero di licenziarmi, per me sarebbe ok, Brothers and Sisters non è la mia ultima fermata del treno“.

    Jennie Garth, invece, è a dir poco entusiasta del ritorno di Tori Spelling in 90210, e pochi giorni dopo la conferma, si dice “molto, molto felice. Per ogni membro della serie originale che arriva io dico ‘Sì, grazie a Dio!’, perché mi mancano e non è la stessa cosa senza di loro“.

    Chiudiamo, infine, con un evergreen di Rai Tre: Bruce Willis e Cybill Shepherd potrebbero ritornare a vestire i panni dei protagonisti di Moonlighting, anche se solo per un film per la tv. La coppia e il creatore della serie Glenn Gordon Caron, secondo quanto riportato da Variety, starebbe pensando di celebrare così i 20 anni della serie.

    Secondo un insider, “Bruce è entusiasta del progetto, e se Cybill non ha mai negato qualche contrasto, ha sempre avuto grande rispetto per Bruce e per la qualità della serie“, andata in onda dal 1985 al 1989 sulla ABC e incentrato sui due investigatori privati Maddie Hayes e David Addison, interpretati dalla Sheperd (che ha così visto rivitalizzata la sua carriera) e da Bruce Willis, che grazie al telefilm è diventato un nome famoso ad Hollywood e dintorni.

    1139

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI