Presa Diretta torna il 2 settembre su Rai3 con 4 puntate: le anticipazioni di Riccardo Iacona

Presa Diretta torna il 2 settembre su Rai3 con 4 puntate: le anticipazioni di Riccardo Iacona

Torna su Rai3 Presa Diretta: dal 2 settembre, per quattro lunedì sera

da in Rai 3, inchieste
Ultimo aggiornamento:

    Il lunedì sera televisivo, quest’anno, sarà all’insegna dell’informazione. Oltre a Quinta Colonna, su Rete4, e a Piazza Pulita, su La7, anche Rai3 dedicherà il prime time del primo giorno della settimana a inchieste e approfondimenti. Si inizia già lunedì prossimo, 2 settembre, con la prima di quattro puntate di Presa Diretta (fino al 23 settembre; dopodiché inizierà Report).

    Il papà del programma Riccardo Iacona, intervistato dal Fatto Quotidiano, racconta cosa dovranno aspettarsi i telespettatori dalla trasmissione: “Mostreremo quello che la politica non dice e che l’opinione pubblica ignora. Dobbiamo capire a mente lucida in quali guai siamo incappati. I dibattiti che tengono banco in questi giorni sulla condanna di Berlusconi hanno messo sotto ricatto un’intera nazione e offuscato i mali di cui soffre”.

    La prima puntata, intitolata Ricchi e poveri, parlerà di disuguaglianza economica e sociale, del divario sempre più marcato tra chi è molto ricco e chi è molto povero. Come spiega Iacona al quotidiano diretto da Antonio Padellaro: “In Italia agli straricchi è vietato diventare una risorsa per la società. Sono il dieci per cento della popolazione e detengono il cinque per cento della ricchezza nazionale, pari a 9mila miliardi di euro: eppure su di loro la pressione fiscale è diminuita”.

    Il tema della seconda puntata, invece, sarà l’Europa a pezzi: “La strategia dell’austerità si è rivelata un fallimento totale. L’Europa è morta. Il suo spazio economico si fondava sul principio della solidarietà, finito nel dimenticatoio.

    È morta anche dal punto di vista politico”.

    Lavori in corso, poi, sarà il titolo della terza puntata, dedicato a un mercato del lavoro in fase di stallo: “Le infrastrutture del nostro Paese sono arretrate ovunque: lo Stato deve investire per rilanciare la domanda interna creando posti di lavoro, quindi aprendo cantieri”.

    Infine, la quarta puntata di questa prima parte di stagione sarà dedicata ai Soldi sporchi. Insomma, tematiche allarmanti sul tavolo, e Iacona non fa nulla per nascondere le urgenze: “Non abbiamo più tempo da perdere, neanche un giorno, neanche un’ora. Non possiamo fermarci a Berlusconi, il dibattito deve andare oltre”.

    Su Rete4 il populismo delle piazze di Paolo Del Debbio; su La7 la formula mista talk show + mini inchieste di Corrado Formigli; su Rai3 le inchieste allarmate e allarmanti di Riccardo Iacona: il menù informativo del lunedì sera si presenta ricco. Forse fin troppo? Niente paura: se volete rilassarvi e spegnere il cervello, potete sempre dare un’occhiata al Processo di Biscardi (quest’anno va in onda su T9).

    460

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai 3inchieste