Porta a Porta si conferma la Terza Camera del Parlamento: Monti da Vespa martedì 6 dicembre

Porta a Porta si conferma la Terza Camera del Parlamento: Monti da Vespa martedì 6 dicembre

Mario Monti ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta martedì 6 dicembre

da in Porta a Porta, Rai 1
Ultimo aggiornamento:

    MARIO MONTI_porta a porta

    Mario Monti rompe ‘l’embargo tv’ che ha contraddistinto queste prime settimane di Governo ed è pronto a raggiungere lo studio di Porta a Porta per illustrare punto per punto la manovra economica che sarà presentata lunedì 5 dicembre a Camera e Senato. Il giorno dopo, martedì 6 dicembre, il Premier Monti sarà, quindi, da Vespa per spiegare non solo i contenuti della manovra – che prevede, secondo le indiscrezioni, aumenti delle aliquote Irpef, Iva e la revisione del sistema pensionistico – ma anche le ragioni delle scelte fatte. L’attesa cresce, le polemiche – come sempre – non mancano.

    Tutti a criticare l’aplomb del Governo Monti, tendenzialmente allergico al presenzialismo cui ci hanno abituati i politici della Seconda Repubblica, e ora che il premier ha accettato l’invito di Vespa per spiegare agli italiani i suoi interventi tutti ancora a contestarne la decisione.

    Eppure cosa c’è di meglio per ‘istituzionalizzare’ non solo il proprio ruolo ma anche la propria manovra se non la Terza Camera della nostra politica?

    E così, dopo aver illustrato le sue misure anticrisi a Camera e Senato lunedì 5, il giorno dopo Monti sarà nel salotto di Vespa per darne conto agli italiani. Con il premier ci saranno il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, e il ministro del Welfare, Elsa Fornero: immaginiamo che Vespa predisponga una sorta di ‘conferenza stampa’, con la presenza di direttori e notisti politici dei principali quotidiani italiani.

    Per l’occasione RaiUno modifica il proprio palinsesto: cancella I Soliti Ignoti per dare spazio a una ‘finestra introduttiva’ sulla puntata di Porta a Porta in onda dalle 20.30 alle 21.10, mentre il resto della puntata andrà in onda dopo il settimo appuntamento con Tutti Pazzi Per Amore 3.

    Beh, per Monti si tratta del ‘debutto’ mediatico: siamo certi che non compariranno né lussuose scrivanie di mogano per siglare un ‘contratto con gli italiani’, né lavagne a fogli mobili su cui disegnare cause ed effetti della crisi.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Porta a PortaRai 1