‘Politics di Semprini è un flop, deve chiudere’, la protesta di Codacons

‘Politics di Semprini è un flop, deve chiudere’, la protesta di Codacons

Dopo una sola puntata trasmessa su RAI 3, la trasmissione finisce nel mirino dell'associazione dei consumatori

    ‘Politics di Semprini è un flop, deve chiudere’, la protesta di Codacons

    Codacons protesta: ‘Politics di Semprini è un flop, deve chiudere‘. Martedì 6 settembre 2016 su RAI 3 ha debuttato il nuovo programma condotto dal giornalista, nella prima puntata alle prese Di Maio ospite annunciato, ma assente. Per il Codacons, però, l’inedita trasmissione di informazione è già un flop anticipato e devechiudere i battenti, anche visti gli ascolti del debutto, fermi a 1.288.000 telespettatori e il 5.5% di share. Tra l’altro, in una nota fatta recapitare alla stampa, l’associazione di consumatori consiglia alla RAI di cancellare la trasmissione dai palinsesti TV, come noto fortemente voluta nell’era targata Daria Bignardi direttrice di rete, e dunque di sostituirla con una che faccia davvero Servizio pubblico.

    Come avrete già capito, pur in parte ‘salvando’ Semprini, c’è già chi tuona contro il nuovo programma di RAI 3 Politics – Tutto è politica, a rischio flop e chiusura. Nell’era dell’attenzione verso i contenuti televisivi, però, per prima cosa Codacons contesta i risultati Auditel della trasmissione.

    Infatti, in una nota così scrive l’associazione italiana di consumatori: ”I deludenti dati di ascolto registrati dalla prima puntata di Politics di Gianluca Semprini portano oggi a chiedere la chiusura della trasmissione”.

    Non in pochi, però, per quanto riguarda la critica, si è in parte d’accordo nel ritenere che Politics – complice anche l’assenza, a tratti imprevedibile di Di Maio in qualità di ospite del debutto della trasmissione -, essendo un nuovo progetto, abbia bisogno di più tempo di rodaggio, anche vista la ”prima volta” di Semprini in uno studio televisivo RAI, comunque diverso da quelli con cui ha avuto a che fare in passato a Sky TG24.

    Tra l’altro, in diverse occasioni Bignardi aveva detto di puntare al 4% come soglia minima di ascolto ritenuta sufficiente per tenere il programma di RAI 3 in onda, anche considerando la minore durata del talk show in prima serata;

    Codacons, però, critica Politics – Tutto è politica anche sul piano dei contenuti, delle interviste realizzate e delle inchieste trasmesse nel corso della prima puntata:

    Niente di nuovo all’orizzonte e il programma del bravo Semprini sembra seguire il bruttissimo esempio di Ballarò, dove i soliti esperti si alternavano nel dire sempre le stesse cose.

    I telespettatori, già arrabbiati per l’inserimento del canone in bolletta, hanno alzato l’asticella e si aspettano dalla RAI trasmissione innovative e davvero utili al pubblico, altrimenti vertono su altro – in primis pay TV e on demand – come dimostrano i deludenti dati di ascolto. Farebbe bene la RAI ad intercettare le esigenze degli utenti e trasformarle in programmi di vero servizio pubblico e di utilità sociale”. Così fa sapere in una nota l’associazione retta da Carlo Rienzi.

    570

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RaiRai 3
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI