Polemica tra RaiUno e Beppe Fiorello: l’attore contro la replica di una sua fiction

Polemica tra RaiUno e Beppe Fiorello: l’attore contro la replica di una sua fiction

Scoppia la polemica tra RaiUno e Beppe Fiorello

    Polemica tra RaiUno e Beppe Fiorello: l'attore contro la sua replica

    Sembra impossibile parlare di polemica tra RaiUno e Beppe Fiorello, dopo il clamoroso successo ottenuto dalla fiction Volare, impeccabile ritratto televisivo di Domenico Modugno. Eppure l’attore ha attaccato pesantemente l’azienda di viale Mazzini a causa di una decisione da lui non condivisa. Motivo del contendere? La miniserie Sarò sempre tuo padre, con protagonista sempre Fiorello, che la Rai ha deciso di mandare in onda in replica martedì 26 febbraio.

    Le due puntate di Volare hanno fatto segnare numeri straordinari, arrivando a 11 milioni di telespettatori e share del 37%. Un risultato sensazionale per RaiUno che, proprio per tale motivo, ha deciso di battere il ferro finché è caldo, come si suol dire. Vista la risposta così positiva del pubblico, perché non approfittare dell’immagine del buon e amato Fiorello, riproponendo una fiction del 2011? Detto fatto, ecco che nel palinsesto della prima rete compare Sarò sempre tuo padre, trasformato per l’occasione in un film tv e programmato per martedì 26 in prima serata.

    Ma quello che la Rai non si aspettava era l’attacco personale proprio del diretto interessato, ossia Beppe Fiorello. L’attore siciliano non ha minimamente gradito la cosa, ritenendola offensiva e irrispettosa nei confronti suoi, di coloro che hanno lavorato durante per portare sullo schermo Volare e di chi l’ha seguito. Durissime le parole che Fiorello ha pubblicato su Twitter, con cui ha espresso tutta la propria rabbia e amarezza, scusandosi addirittura con i telespettatori:

    ‘RaiUno vuole distruggere la memoria ancora fresca di Modugno, come? Replicandomi a pochi giorni di distanza da ‘Volare’, potevano aspettare. DELUSO. Chiedo scusa IO se mi vedrete ancora in onda tra pochi giorni, non pensavo che la Rai arrivasse a tanto. Non mi hanno dato nemmeno il tempo di godermi con voi il meraviglioso successo di ‘Volare’ che già mi replicano con un prodotto usato sicuro.

    Per essere più chiaro: replicheranno una fiction dell’anno scorso, bastava aspettare qualche mese, ma la spremuta fa bene solo a loro. A me va pure bene essere replicato, dico solo che così hanno esagerato, troppo appiccicata a ‘Volare’, non è bello e mi scuso. Chiedo scusa e vado a dormire deluso da questa decisione poco rispettosa nei confronti del pubblico che voleva godersi il ricordo di ‘Volare’.’

    Già in passato l’attore si era lamentato dello sfruttamento delle repliche da parte delle reti, che ovviamente va tutto a vantaggio loro, senza alcun guadagno per chi le ha realizzate.
    Effettivamente sarebbe stato di buon gusto aspettare nella riproposizione di un prodotto che rischia di offuscare i meriti di un altro, tanto apprezzato dai telespettatori. Ed è chiaro che, dietro questa mossa, non vi è altra logica se non quella che risponde al dio denaro.

    515