Pino Daniele nel video de Le Iene: ‘Paura della morte? Per me il vero mistero è la vita’

Pino Daniele nel video de Le Iene: 'Paura della morte? Per me il vero mistero è la vita'

da , il

    Pino Daniele Le Iene

    Datata cinque anni, attuale come non mai. L’intervista di Pino Daniele nel video de Le Iene rivela tutto ciò che Pino Daniele è sempre stato: animo schietto, senza paura, nemmeno di fronte alle difficoltà della vita. “Paura della morte? Per me il vero mistero è la vita”, diceva tempo addietro per i microfoni di Italia 1. Gli inviati in giacca e cravatta lo intervistarono anni fa in occasione del riavvicinamento dell’artista partenopeo a Gigi D’Alessio. Dai problemi della vista alla passione per la musica, passando per come si sarebbe immaginato il proprio funerale…

    “Che canzone vorrei al mio funerale? No, non voglio canzoni: quando uno è muort’, è muort’“. Lo diceva Pino Daniele, senza immaginare che cinque anni dopo quel momento sarebbe arrivato. Stroncato da un infarto – la conferma del medico del cantante, i funerali dell’artista partenopeo si terranno a Roma, mercoledì prossimo, mentre il suo corpo riposerà in Toscana, dove ha vissuto negli ultimi anni, e dove avrebbe accusato il malore ultimo prima dell’inutile corsa all’ospedale S.Eugenio di Roma. La cerimonia di addio funebre sarà trasmessa da Rai News 24 a partire dalle 12.00.

    “Io scorbutico? Sì, è vero: misantropo e asociale”. A quel tempo, Pino Daniele non era schivo di fronte alle domande sempre pungenti de Le Iene e rispondeva a tono ad ogni dubbio del programma di Davide Parenti. “Il neo-melodico – diceva a proposito del genere musicale – non si può dire che è una cosa che fa ca*are. Io non so’ capace a canta’ le cose neomelodiche”.

    Sì, perché la sua passione da sempre è stata l’innovazione musicale per un genere, il pop, il suo pop, che nel caso di specie non ha mai peccato di originalità per molti, favorendo cambiamento e ricerca di nuove combinazioni musicali, arrivando così al cuore di Napoli, la ‘sua’ città, che si riunisce martedì sera dalle 20.30 per un flash mob in Piazza Plebiscito. Una musica del presente, perché non è giusto vivere di passato, ricordava a quel tempo:

    “Quante chitarre ho? Non molte. Non mi piace vivere di ricordi“, meglio godersi i figli, ad esempio, ne aveva cinque. A Le Iene di quel periodo, probabilmente venne fuori un Pino Daniele inedito, al di là della maestria sul palco, che mostrò anche qualche suo difetto con spontaneità, come la vista non troppo acuta: “Non vedo niente”, disse, “a volte è comodo: se stai su un palco, o ce ne sono 200 o 10.000 è la stessa cosa”.

    E come sul palco, il piccolo schermo l’accolse anche in quell’occasione, perché ogni volta, Pino Daniele era la qualità. Anche in TV.