Pilot: TV Land ordina Happily Divorced? The Brink per Starz, House of Cards per Netflix

Pilot: TV Land ordina Happily Divorced? The Brink per Starz, House of Cards per Netflix

Pilot: TV Land ordina Happily Divorced di Fran Drescher? Il poliziesco sovrannaturale The Brink prodotto da Gore Verbinski per Starz, Netflix batte HBO per House of Cards con Kevin Spacey

    fran drescher and peter marc jacobson

    Giornata di novità per tre pilot di serie tv, Fran Drescher e Peter Marc Jacobson tornano (lavorativamente) insieme 10 anni dopo “La Tata”, Starz sta sviluppando The Brink, poliziesco sovrannaturale che avrà anche delle ‘estensioni’ via web, e Netflix avrebbe battuto HBO per assicurarsi i diritti di 26 episodi di House Of Cards, la serie con protagonista Kevin Spacey e regista David Fincher. In particolare…

    TV Land sarebbe vicinissima a chiudere un accordo per ordinare una stagione completa dal pilot di Happily Divorced, prodotto, sceneggiato, basato sulla vera vita e con protagonista l’ex Tata Fran Drescher, nel ruolo di una donna non più giovanissima che è costretta a rientrare nel giro degli appuntamenti dopo aver scoperto che il suo ex marito – con cui comunque i rapporti sono buoni – è gay. Come dicevamo nei giorni scorsi, Happily Divorced ricalcherà la vera storia dell’attrice, sposata con Peter Marc Jacobsen (produttore de La Tata e di questo nuovo show) per 21 anni, prima che il matrimonio finisse nel 1999 proprio perché lui era gay.

    Sconosciuto invece il destino degli altri due pilot di TV Land, il primo senza titolo sceneggiato da Mark Reisman con protagonisti tre tizi divorziati (David Alan Basche, Donald Faison, Wayne Knight) che vivono in un condominio di proprietà di una sexy avvocato (Kristen Johnston), e la workplace comedy senza titolo di Terri Minsky ambientata in un industria di bibite dell’Oregon dove lavora la protagonista interpretata da Christine Taylor.

    Starz sta sviluppando The Brink, un crime sovrannaturale (che verrà sviluppato con contenuti televisivi e web) sceneggiato da Stephen Susco (The Grudge) e prodotto dalla casa di produzione del regista Gore Verbinski: la serie – descritta dal creatore di CSI Anthony Zuiker come un misto tra CSI, House e The X-Files – racconterà delle indagini di Zach Taylor, uno strizzacervelli che indaga sulla vita e la pazzia di Martin Grace, serial killer che sostiene di aver solamente previsto, ma non causato, la morte delle sue vittime. Verbinski ha anche in lavorazione – per FOX – Magical Law sceneggiato da Terry Rossio, con poliziotti e avvocati che si occupano di crimini sovrannaturali.

    Netflix (che non conferma) ha invece battuto HBO per i diritti di House of Cards, prodotta da Media Rights Capital la serie (un thriller politico remake dell’omonima serie britannica) è diretta da David Fincher e sceneggiata da Beau Willimon (The Ides of March) e vede protagonista Kevin Spacey, nel ruolo di un uomo ambizioso che vuole diventare premier.

    Netflix – una società di noleggio dvd che negli ultimi tempi si è espansa anche allo streaming via web di circa 8.300 film e 24.000 episodi di serie tv – avrebbe acquistato i diritti per 26 episodi della sua prima serie originale per 100 milioni di dollari. Considerando che da maggio Nielsen comincerà a misurare (con alcune limitazioni) anche i numeri dello streaming online, forse un investimento meno azzardato del previsto.

    569

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE