Pilot: I Just Want My Pants Back per MTV, Generations per TNT, Suburgatory per ABC

Novità dai nuovi pilot: I Just Want My Pants Back per MTV, Generations per TNT, Suburgatory per ABC

da , il

    i just want my pants back

    MTV ha ordinato la serie “I Just Want My Pants Back”, non è chiaro quanti episodi saranno ma è chiaro l’intento della rete di espandere il proprio portfolio di serie originali (in onda ci sono The Hard Times of RJ Berger, Teen Wolf ma la rete Americana è al lavoro anche su Skins, That Girl e Death Valley). Come dicevamo tempo fa, “I Just Want My Pants Back” sarà uno show basato sull’omonimo libro di David Rose, una serie di amore giovanile ambientata a New York con protagonista il 22enne Jason Strider ed i suoi amici alle prese con il diventare adulti tra amori e relazioni.

    Nuovo show anche per TNT, la rete ha dato il via libera a Generations, serie prodotta dalla casa di produzione di Robert Redford e sceneggiato da John Sacret Young (The West Wing). Intrigante il concept dello show, che ricorda The Oaks, pilot del 2008 di David Schulner con tre famiglie differenti alle prese con una casa stregata: qui la protagonista sarà una famiglia del Sud di cui ci verranno raccontate, anche attraverso flashback, le avventure di tre generazioni. La serie è in lavorazione da anni (fu annunciata agli upfronts del 2008) e dovrebbe essere girata tra la primavera e l’estate: per TNT si tratta del quarto pilot ordinato, dopo Dallas, Perception, Bird Dog ed uno show senza titolo di Allan Loeb (sceneggiatore di Wall Street 2).

    Ennesimo pilot, infine, per ABC, la rete ha ordinato Suburgatory di Emily Kapnek, un’occhiata satirica al mondo dei suburbi visto dagli occhi di una giovane newyorkese che si trasferisce in periferia solo per scoprire che lì la vita è …perfettamente da horror. Nel giro di una settimana, la rete ha ordinato Grace, il poliziesco Partners ed il remake delle Charlies Angels, oltre alla comedy Don’t Trust the Bitch in Apt. 23 e una miniserie in otto episodi tratta dal libro Wicked di Gregory Maguire che sarà prodotta da Salma Hayek.