Piazzapulita, aggressione alla troupe in Calabria: l’inviato Salvatore Gulisano minacciato di morte

Nella puntata di Piazzapulita in onda su La7 giovedì 18 maggio 2017 abbiamo assistito all'aggressione subita dall'inviato Salvatore Gulisano e dal suo filmaker a Isola di Capo Rizzuto, dove si erano recati per un servizio sulla 'Profugopoli'. Un uomo li ha minacciati di morte e ha tentato di investirli con un furgone. I due sono riusciti a fuggire e a fermare un'auto dei carabinieri.

da , il

    Piazzapulita, aggressione alla troupe in Calabria: l’inviato Salvatore Gulisano minacciato di morte

    Il video dell’aggressione subita dalla troupe di Piazzapulita è stato mostrato nella puntata in onda su La7 giovedì 18 maggio 2017. L’inviato Salvatore Gulisano e il suo filmaker erano impegnati a Isola Capo Rizzuto con un servizio sulla ‘Profugopoli’ calabrese, relativo alle indagini che coinvolgono personalità politiche, imprenditori, la Misericordia e persino il prete del paese in relazione ai finanziamenti del Cara che si trova sul posto. Il video dell’aggressione alla troupe di Piazzapulita è stato anche condiviso sui social della trasmissione.

    ‘Mentre stavamo documentando la nuova profugopoli calabrese a Isola di Capo Rizzuto la nostra troupe è stata violentemente aggredita. Hanno minacciato di morte il nostro inviato Salvatore Gulisano e tentato di investire il nostro filmaker’. Con queste parole la pagina Facebook di Piazzapulita ha condiviso il video dell’aggressione subita dall’inviato Salvatore Gulisano e dal filmaker che lo accompagnava, pochi secondi che mostrano però tutta la paura che i due possono aver provato in quei momenti:

    Piazzapulita, l’inviato Salvatore Gulisano minacciato di morte

    Nella puntata di Piazzapulita del 18 maggio 2017 è stato poi mandato in onda il video del servizio completo sulla ‘Profugopoli’ calabrese, che ha visto anche l’aggressione alla troupe impegnata in povincia di Crotone per seguire il caso. L’inviato Salvatore Gulisano e il filmaker che lo accompagnava hanno girato il paese per fare qualcosa domanda su quanto sta accadendo, dopo la partenza delle indagini sul Cara di Isola Capo Rizzuto e sui finanziamenti destinati ai profughi e finiti invece in tasche altrui. In particolare, la troupe si è recata alla casa parrocchiale, per parlare con il prete del paese, anche lui coinvolto nelle indagini. L’accoglienza riservatagli non è stata però delle migliori: Gulisano e il filmaker sono stati infatti aggrediti da un uomo, che li ha minacciati di morte e ha tentato anche di investirli con un furgone. Sono stati attimi di paura per la troupe di Piazzapulita, che è però riuscita a fuggire e a trovare una pattuglia dei Carabinieri a cui denunciare l’aggressione subita.

    Guarda il servizio completo di Piazzapulita

    Minacce anche alla troupe di Rainews24

    La troupe di Piazzapulita non è però stata l’unica a subire questo genere di trattamento. Angela Caponnetto di Rainews24 commenta su Facebook il video di Piazzapulita, raccontando quanto accaduto a lei e alla sua troupe: ‘Stesso furgone stesse persone sono venute a cercare pure noi di Rainews24. Ci hanno inseguito in macchina e ci hanno bloccati in un vicolo cieco minacciandoci mentre fotografavano la nostra auto. Hanno smesso quando anche io ho fotografato loro. Io li ho denunciati e ora so pure chi sono. E non vi stupirà sapere che il giorno dopo uno era in Tribunale tra i parenti di uno degli arrestati per gli interrogatori di garanzia davanti al Gip’.