Persons Unknown, il produttore Remi Aubuchon vuole una seconda stagione

Persons Unknown, il produttore Remi Aubuchon vuole una seconda stagione

Persons Unknown, il produttore Remi Aubuchon vuole una seconda stagione e promette comunque che "risponderemo a tutte le domande che abbiamo posto dall'inizio"

    Persons Unknown rinnovato per una seconda stagione: è il desiderio del produttore Remi Aubuchon, ma considerato che la serie è stata spostata al sabato sera (un giorno così sfigato che se il venerdì è definito lo slot della morte, il sabato non c’ha manco un nome), pensiamo proprio che si tratti di un pio desiderio….

    Sceneggiata dal premio Oscar Christopher McQuarrie (che in realtà ha messo le mani solo sul pilota) Persons Unknown, co-prodotta anche dalla Rai, vede protagoniste un gruppo di persone che, rapite apparentemente senza un perché, viene tenuto prigioniera in una strana città fantasma costantemente monitorata da telecamere… Un progetto sulla carta apparentemente affascinante che ricorda molto The Prisoner, ma dopo quattro episodi la noia impera sovrana e gli sceneggiatori non sono riusciti a farci voler bene ad un personaggio che sia uno, tant’è che la serie, di ascolto pessimo in ascolto disastroso, si è meritata lo spostamento al sabato.

    Ma a quanto pare Remi Aubuchon vede tutto un altro show, e fermo restando che questo show non sarà come Lost (non avevamo dubbi in proposito, anche se va detto che il producer – che è un grande fan della serie di JJ Abrams ma il finale non gli è piaciuto – intendeva dire che ci saranno le risposte alle domande che sono state sollevate), lo sceneggiatore e produttore sta già pensando alla seconda stagione: “Risponderemo a tutte le domande che abbiamo posto dall’inizio, anche se spero che ci sarà un trampolino di lancio che ci permetterà di andare avanti anche per una seconda stagione, se ne avremo una: per ora posso dirvi che tutte le persone sono lì per ragioni specifiche, e che non tutti sono chi sembrano essere“.

    Nelle intenzioni di Aubuchon, la seconda stagione di Persons Unknown avrà premesse simili alla prima ma uno svolgimento totalmente differente, “un po’ come 24, che nella seconda stagione ha mantenuto lo stesso format ed idee della prima, oltre a pochi personaggi, ma era uno show totalmente diverse. Io vedo ogni stagione come una lunga serie di libri, questa prima stagione è il primo libro, ed avremo un inizio, un mezzo ed una fine“, ha concluso il produttore.

    401