Per sempre campioni, le partite degli Azzurri tornano in tv su La7

Su La7 Per sempre campioni ripropone tre partite che hanno la storia del calcio azzurro: Italia-Argentina, Italia-Brasile e la finale del Mundialito

da , il

    Le migliori partite che hanno la storia del calcio italiano tornano in tv. In pieno revival La7 ha deciso di rimandare in onda quattro incontri (la prima è stata trasmessa ieri) emblematici degli Azzurri con il commento di Nando Martellini, il telecronista Rai che ebbe il privilegio di dichiararsi ‘campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo‘ durante il Mundialito del 1982 (Le migliori azioni di quella finale indimenticabile in apertura di post). Della vittoria dei ragazzi di Bearzot quest’anno ricorre il trentennale e quale modo migliore di celebrarlo se non rimandare in tv vecchi match mai dimenticati? Appuntamento sabato 26 maggio, mercoledì 30 e sabato 2 giugno: con Per sempre campioni La7 ci riporta a tre afose notti che cambiarono il calcio azzurro ricordiamole dopo il salto.

    Dopo aver ricordato Argentina-Italia del Mondiale argentino del 1978 ieri alle 23:30 (il match potrà essere rivisto per una settimana sul sito della rete) partita valevole per il girone e vinta dagli Azzurri su La7 si potranno vedere altri tre match, sempre con il commento di Nando Martellini, il telecronista della Rai scomparso nel 2004 che commentò i successi e no della nostra nazionale. La partita giocata nel 1978 (sotto il match) integrale fu vinta dalla nazionale azzurra, Italia battè il paese ospitante, l’Argentina, che poi si sarebbe imposta in finale contro il calcio totale dell’Olanda. Il mondiale argentino fu ricordato per tristi faccende che non riguardano il calcio, ecco l’intero match:

    Italia e Argentina tornano ipoteticamente in campo sabato 26 maggio alle 21:30, ma questa volta si affrontano nel mondiale spagnolo del 1982. Partita valevole per i secondi gironi di qualificazione, fu giocata il 29 giugno del 1982 a Barcellona e vinta dagli Azzurri del vecio Bearzot per 2-1. L’Italia del Mundialito beccò il girone di qualificazione più difficile, ma riuscì comunque a battere le due super favorite Argentina e Brasile nello stadio di Sarrià che oggi non esiste più. Il 2-1 sull’Argentina fu una prima finale per gli Azzurri di Bearzot (scomparso due anni fa) e rimarrà nella memoria di tutti la difesa a uomo fatta da Gentile su Diego Armando Maradona, ecco un video di quel match:

    I ricordi del Mundialito proseguono mercoledì 30 giugno in seconda serata con l’altra partita di quel girone: Italia-Brasile, giocata a Barcellona finì 3-2 per noi con una tripletta di Paolo Rossi. Pablito veniva da una stagione difficile, l’attaccante era stato coinvolto nello scandalo scommesse ed era stato comunque convocato, fra le mille polemiche, dal vecio Bearzot. Il piccolo attaccante vicentino divenne l’eroe di quei Mondiali e ci portò in semifinale contro la Polonia. Ecco la sintesi di quella gara, ricordata come la tragedia di Sarrià per il “suicidio” in campo dei verdeoro guidati da Socrates, morto qualche mese fa:

    L’ultimo appuntamento è quello più importante con la finale che 30 anni fa incoronò gli Azzurri campioni del mondo. Sabato 2 giugno alle 21:30 andrà in onda la finale Italia – Germania Ovest, la finalissima del Mondiale spagnolo. L’11 luglio del 1982 gli Azzurri sconfissero i tedeschi per 3-1 con le reti di Rossi, Tardelli e Altobelli. L’urlo del secondo marcatore, il triplice ‘campioni del mondo‘ di Martellini e il ‘non ci prendono più‘ del presidente della Repubblica-tifoso Sandro Pertini fanno parte della storia della nostra tv e grazie a La7 possiamo riviverli: