Per Lina Carcuro ‘dopo la beffa, il danno’: cacciata dal corso di specializzazione a causa del GF8

Per Lina Carcuro ‘dopo la beffa, il danno’: cacciata dal corso di specializzazione a causa del GF8

Lina Carcuro esplusa dal corso di specializzazione in chirurgia per le troppe assenze dovute alla partecipazione al GF8

    Lina Carcuro espulsa dal corso di specializzazione

    A volte ritornano: è il caso di Lina Carcuro, protagonista del Grande Fratello 8 e specializzanda in chirurgia maxillo-facciale. Dopo la ‘beffa’ dell’affollata love story con il Cumenda Roberto Mercandalli, arriva il danno vero, l’espulsione dal corso di specializzazione che Lina stava frequentando alla Seconda Università di Napoli. Il motivo? Troppe assenze.

    Ci siamo permessi di parafrasare il detto popolare perché meglio si attaglia alle tragicomiche vicende che stanno interessando Lina Carcuro, la concorrente più ‘vessata’ della storia del Grande Fratello.
    Dopo il ménage à quatre che l’ha vista protagonista nel GF8 conclusosi da poco meno di un mese - dove si è infelicemente inserita nella relazione tra Roberto Mercandalli, la fidanzata Elena e l’amante ufficiale Clelia -, ora per Lina arrivano le vere dolenti note.

    La Seconda Università di Napoli, poco incline alle eccezioni televisive, ha espluso Lina Carcuro dal corso di specializzazione per le troppe assenze accumulate a causa della sua permanenza nella casa di Cinecittà. Non solo, ma l’Ordine dei Medici di Napoli l’ha ufficialmente convocata a rapporto in merito al procedimento aperto a suo carico, dovuto all’”indegno” comportamento tenuto davanti alle telecamere, “poco consono” al codice deontologico della professione medica.

    Sembrava che il procedimento aperto d’ufficio dall’Ordine fosse sfumato in una bolla di sapone, ed invece si torna a parlare di sanzioni, che vanno dal richiamo alla radiazione.

    Ma Lina, che ha prestato il giuramento di Ippocrate pochi giorni dopo la sua uscita dal Grande Fratello, non si arrende e ha incaricato i suoi legali di ricorrere contro l’esplusione decisa dall’ateneo napoletano e di prepararsi in vista della riunione con l’Ordine. Per le dichiarazioni rilasciate dagli avvocati della dottoressa vi rimandiamo all’articolo di Hai Sentito. Noi le facciamo i nostri più sentiti in bocca al lupo.

    447