Pazzi per la spesa: perché in Italia non è possible comprare con i coupon

Pazzi per la spesa: perché in Italia non è possible comprare con i coupon

Pazzi per la spesa torna stasera su Real Time

da in Digitale Terrestre, Programmi Digitale Terrestre, Real Time Ultimo aggiornamento:

    Pazzi per la spesa, perche i coupon non funzionano in Italia

    Pazzi per la spesa torna questa sera su Real Time alle 23:05. Lo show dedicato ai malati del coupon ha però una veste “rinnovata”: il motto di quest’edizione è ‘minima spesa, massima resa‘. Dimenticate, dunque, carrelli pieni e quantità industriali di qualsiasi prodotto, a farla da padrone in quest’edizione del programma saranno i risparmiatori: in questa particolare sfida rivedremo tutti i migliori risparmiatori della scorsa edizione, i dodici che invece di sperperare hanno ritagliato e conservato minuziosamente tutti i coupon. Un modo di fare la spesa ancora difficile nel nostro Paese.

    In quest’edizione di Pazzi per la Spesa (negli Stati Uniti andata in onda con il titolo di Extreme Couponing: All Stars): in gara in ogni puntata ci saranno due risparmiatori che abbiamo già conosciuto nella scorsa edizione e compreranno beni per 500 dollari a un prezzo inferiore di quello di vendita: il loro guadagno verrà poi devoluto in beneficenza. I tre migliori accederanno, poi, alla finale dove a vincere sarà quello che risparmierà di più, al primo classificato il titolo di Ultimate Extreme Couponer la Golden Shopping Card. Negli anni Pazzi per la spesa ha raccontato le storie di famiglie non ricchissime che riuscivano a fare la spesa solo collezionando buoni d’acquisto o meglio comprare enormi quantità di prodotti con il minimo dispendio economico. Per capirci, nelle passate edizioni, molte famiglie sono riusciti a comprare beni del valore di 1.500 dollari, pagandole appena 100 dollari o anche molto meno!

    In questo modo le famiglie in crisi riescono a fare la spesa e a sopravvivere per il più lungo tempo possibile ed è tutto merito dei coupon. Una spesa del genere in Italia è ancora impossibile, uno dei principali motivi è che i buoni non sono cumulabili. Qualsiasi sia la natura del coupon vale solo una volta e non può essere sommato con altre offerte simili, senza dimenticare che spesso in Italia i prezzi dei supermercati non sono uguali per tutti e così le offerte che le varie catene decidono di dare ai propri acquirenti. Quello che spesso accade e viene sottolineato da parecchi siti, e che ditte e multinazionali operanti sia in Italia che all’estero danno la possibilità di avere coupon con sconti, ma non nel nostro Paese.

    Un’altra differenza sostanziale con gli Stati Uniti è nella modalità di reperire i buoni spesa: negli States esistono riviste con sconti di ogni genere per i generi alimentari, abbigliamento e cura della persona.

    In Italia non si potrà, dunque, mai arrivare a risparmiare come i protagonisti di Pazzi per la spesa, ma qualcosa nel nostro piccolo possiamo farla. È necessario contattare le diverse catene di supermercati, salvo nel caso di qualche ditta, come la Sigma che ha lanciato già da qualche mese una rivista che raccoglie alcuni buoni.

    Fra i motivi della mancata realizzazione anche la mentalità di noi italiani, come ha sottolineato in un’intervista a un sito di finanza Andrea Meneghini, esperto di category management, sono in pochi i consumatori che usano i buoni d’acquisto e li presentano alle casse dei supermercati. I coupon americani sono anche sostituiti, in parte, dai buoni pasto. Si potrebbe risolvere associando varie catene di supermercati, ma ancora in Italia siamo molto difficili dai modelli americani, anche se la distribuzione dei supermercati è comune, ogni punto vendita applica i prezzi che vuole. Si potrebbe seguire l’esempio dell’Olanda, dove uno dei maggiori distributori ha lanciato una rivista che dona e raccoglie buoni sconto che può contare su un numero altissimo di abbonati, ben 6 milioni, quasi l’intera popolazione dell’Olanda. In Italia l’unica cosa che si avvicina è l’attività del blog Pazzi per la spesa che nei suoi post e nei suoi video racconta come riuscire – con estrema difficoltà – a diventare dei ritagliatori di coupon seriali.

    664

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Digitale TerrestreProgrammi Digitale TerrestreReal Time Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17/10/2012 16:06
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI