Parenthood, da stasera su Joi il family drama con Lauren Graham

Parenthood, da stasera su Joi il family drama con Lauren Graham

Prende il via stasera su Joi di Mediaset Premium Gallery la nuova serie tv Parenthood con Lauren Graham e Peter Krause

    Sbarca da stasera alle 21 su Joi, in anteprima esclusiva per l’Italia, la prima stagione di Parenthood, il family drama creato e sceneggiato da Jason Katims che vede protagonisti tra gli altri Lauren Graham, la mamma sopra le righe dell’amato telefilm cult Gilmore Girls che ha sostituito in extremis Maura Tierney (“prima scelta” dei produttori che ha dovuto abbandonare la serie NBC per curarsi da un tumore), e Peter Krause, passato dal successo di Six Feet Under al quasi flop di Dirty Sexy Money. Krause e la Graham, che nella serie interpretano due fratelli, sono da poco usciti allo scoperto annunciando di essere fidanzati. Parenti sul set e amanti nella vita, mica male…

    La prima stagione da 13 episodi di Parenthood, trasmessa negli States lo scorso marzo da Nbc senza raggiungere il successo sperato nonostante gli ottimi 9 milioni di telespettatori conquistati con il pilot, andrà in onda ogni giovedì alle 21 su Joi di Mediaset Premium Gallery al ritmo di due episodi a settimana.

    La serie, basata sul film “Parenti, amici e tanti guai” di Ron Howard, ruota intorno alle vicende dei Braverman, una numerosa famiglia composta da Zeek (Craig T. Nelson), Camille (Bonnie Bedelia) e i loro quattro figli ormai adulti e sposati. La stagione si apre con il ritorno nella casa degli anziani genitori di Sarah, grintosa mamma single con due figli a carico, Amber e Drew, e con gravi problemi economici. Qui, il personaggio interpretato da Lauren Graham (Lorelai Gilmore di Una mamma per amica), ritroverà tutti i suoi fratelli: il maggiore Adam (Peter Krause), perfetto padre di famiglia, sposato con Kristina (Monica Potter) da cui ha avuto Max e Haddie; Julia (Erika Christensen), avvocato di successo che cerca invano di conciliare la sua carriera con il suo essere moglie del marito casalingo Joel e mamma di una bimba di 5 anni; e Crosby (Dax Shepard), il fratello più piccolo che non vuole saperne di impegnarsi in una relazione seria e che andrà in crisi non appena scoprirà di avere un figlio di cinque anni.



    La seconda stagione dello show, attualmente in onda in America, non sta registrando ascolti esaltanti ma per ora la cancellazione è scongiurata.

    Ma già all’epoca del suo debutto in tv Parenthood non aveva ricevuto delle ottime critiche: “Parenthood è inaspettatamente appassionante, anche se è pressoché identica a Brothers and Sisters” secondo The New York Times; “La NBC ha pubblicizzato Parenthood come se appartenesse allo stesso genere di Modern Family. Ma questa scelta fa un torto alla serie… Se vi sintonizzerete su Parenthood aspettandovi le grosse risate di Modern Family, non potrete che trovarla una barba e cambierete canale. Parenthood non è migliore di Modern Family, ma diversa: è un prodotto a sé, grazie al suo tatto e alla profondità delle sue caratterizzazioni” è stato il giudizio di Entertainment Weekly; mentre il Time “partendo dal presupposto che di storie familiari ne esistono a bizzeffe, a fare la differenza è la maniera in cui sono raccontate. E Parenthood possiede una voce divertente, affettuosa e originale che vorrete continuare ad ascoltare”.
    L’appuntamento italiano con Parenthood è per tutti i giovedì alle 21 sul canale pay Joi di Mediaset Premium Gallery.

    662

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI