Papa Francesco: Rai, all’udienza Anna Maria Tarantola vuole solo coppie sposate

Papa Francesco: Rai, all’udienza Anna Maria Tarantola vuole solo coppie sposate

Rai, coppie di fatto escluse dall'incontro con il Papa

    Anna Maria Tarantoa

    Più realista del re e più papista del Papa, il presidente della Rai Anna Maria Tarantola avrebbe deciso che per l’udienza con Papa Francesco che il prossimo 18 gennaio avranno dirigenti e dipendenti di Viale Mazzini (stando ad una dichiarazione del dg Gubitosi nel 2012, oltre 13.000 persone), l’accesso sia ‘riservato’ alle sole coppie sposate davanti a Sacra Romana Chiesa: ufficialmente per motivi di ‘capienza’ ma, come riporta il quotidiano Libero stamattina in edicola, ‘dietro alla formula di rito legata alla capienza si cela il niet a coppie di fatto, separati e divorziati‘. E per fortuna che – discutendo, per carità, di tutt’altre questioni – lo scorso maggio Tarantola aveva espresso il desiderio di una Rai che ‘dà voce a tutti: uomini e donne, ricchi e poveri. Un pluralismo politico e non partitico’. Altro che, per dirla con un celebre spot, ‘Rai: di tutto, di più‘.

    Certo, le frasi di Papa Francesco (un Papa così ‘pop’ che ha conquistato la copertina del Time e le attenzioni di Claudia Mori) sugli omosessuali che non vanno giudicati saranno forse strumentalizzate da alcune persone che si battono per i diritti delle coppie di fatto (anche omosessuali), ma fa comunque sorridere – se non proprio arrabbiare – che nel 2013, oer un’udienza papale, la Rai chieda di

    ‘Limitare la partecipazione ai soli componenti il nucleo familiare del dipendente, precisando che è da intendersi nucleo familiare coniuge e figli’.

    A far scoppiare la ‘bomba’ è il giornale meno sospetto per quanto riguarda i diritti delle coppie di fatto: è Libero a rendere nota la circolare diffusa (sembra) da Anna Maria Tarantola, presidente della Rai nominata nel 2012 dal governo Monti; per il quotidiano milanese, ‘tutto parte da una circolare diramata dal personale di viale Mazzini, costretto a suo dire, dal grannumero di adesioni, a circoscrivere il numero dei partecipanti all’incontro con Papa Bergoglio‘. In particolare, ‘la circolare restringe il ventaglio delle adesioni, eliminando quelle già pervenute diverse dalla composizione del nucleo familiare, come inteso e precisato dalla nota dell’azienda. L’invito restrittivo chiede di ‘attenersi fedelmente alle modalità indicate‘.

    Non è chiaro se sia Tarantola l’ispiratrice della circolare, ma, scrive ancora il quotidiano:

    ‘Il presidente Rai vuol far bella figura e secondo le voci di dentro sarebbe stata lei l’ispiratrice della circolare anti coppie di fatto.’

    E pazienza se siamo nel 2013, i matrimoni calano sempre più, mentre le coppie di fatto (stando ai dati 2012) sono passate da circa mezzo milione nel 2007 a 972mila nel biennio 2010-2011 e se i figli nati fuori dal matrimonio siano (dati 2013) ormai il 28% del totale, un dato quasi triplicato rispetto al 2000, quando si era al 10,2%. Persino il governo ha deciso di eliminare le differenze tra figli naturali e figli legittimi: della serie, tutti uguali per lo Stato, un po’ meno uguale se lavori alla Rai.

    550

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàRai

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI