Paolo Limiti è gay: la gaffe di Al Bano e la ‘gogna’ dell’outing

Paolo Limiti è gay: la gaffe di Al Bano e la ‘gogna’ dell’outing
da in Attualità, Personaggi Tv, paolo-limiti
Ultimo aggiornamento:

    Al Bano è stato, volente o nolente, uno dei personaggi tv dell’Autunno 2011, soprattutto nel mondo iberico: il suo serrato botta e risposta con l’ex moglie Romina Power sulla scomparsa della figlia Ylenia, rimbalzata anche da noi e sfociata in una serie di rivendicazioni anche di pessimo gusto sul loro ménage matrimoniale, ha tenuto banco per settimane a suon di salotti gossippari. ‘Rientrato in patria’ e accettata un’ospitata a La Vita in Diretta è poi scivolato su una gaffe che ha coinvolto Paolo Limiti. Ho tanti amici gay… Paolo Limiti ad esempio, ha detto candidamente il cantante di Cellino, convinto che Limiti avesse già fatto coming out anni fa. Ci ha pensato lui.. Ma è banale dire che della sessualità di Limiti non c’importa nulla? In alto il video di Al Bano a La Vita in Diretta.

    L’omosessualità in Italia resta un tabù: basti pensare al gran clamore mediatico sul recente coming out di Tiziano Ferro, alle voci sulla relazione tra Giuliano Sangiorgi e il gieffino Vito Mancini, ai rumors sul cantante di X Factor Claudio Cera rimbalzati su Twitter. A leggere alcuni commenti sui social network si capisce quanto ancora siano forti i pregiudizi sugli omosessuali, ancora oggetto di avvilenti ‘battute’ (uhm) da oscurantismo medievale.

    L’argomento resta ‘scivoloso’, ma fa tanto cool professare la propria ‘solidarietà’ al mondo gay, anche se in fondo resiste l’idea che avere un figlio omosessuale sia una ‘disgrazia’ da non augurare neanche al proprio peggior nemico. Un concetto questo espresso anche da Al Bano, su cui ha puntato Mara Venier nella sua intervista per La Vita in Diretta per spingere il cantante a correggere il tiro e dare un ‘segnale forte’ (per dirla in puro stile da tv) ai telespettatori a casa.

    Scatta quindi la pù classica delle difese dalle accuse di ‘razzismo’, discriminazione o quasiasi altra cosa si voglia: Ho tanti amici gay, dice Al Bano, applicando la formula standard estesa in genere, senza grandi differenze, ad altre ‘minoranze’ socialmente ‘altre’ rispetto alla cultura di appartenenza. La liturgia tv (e non solo tv, a dirla tutta) sulla gestione della ‘diversità’ viene quindi rispettata in pieno, ma sfugge al controllo quando Al Bano inizia a snocciolare nomi, convinto del loro coming out. Ci scappa un ‘Paolo Limiti’ e la Venier reagisce con il tipico imbarazzo di chi sa di muoversi su un terreno minato.

    Fermo restando che la sessualità è un ‘dato sensibile’, tutelato dalle vigenti leggi sulla privacy – ed è questo il ‘reato’ maggiore in cui è incappato Al Bano, anche se in perfetta buona fede, e che pertanto riguarda i soggenti in questione – e che fare l’elenco degli amici gay resta di una tristezza infinita, chiosiamo con una considerazione di fondo: ma davvero ci interessa la sessualità dei personaggi tv (o calciatori, attori, politici che siano)? Abbiamo la presunzione di credere che la società italiana abbia ormai superato la questione, anche se resistono sacche di ignoranza e di pregiudizio dure a morire. In ogni caso, piuttosto che parlare di omosessualità col terrore dell’outing involontario e con il solito approccio ‘paternalistico’ e (fintamente) politically correct forse è meglio lasciar perdere….

    544

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPersonaggi Tvpaolo-limiti