Paolo Bonolis tra Mediaset e Rai: è guerra aperta

Paolo Bonolis tra Mediaset e Rai: è guerra aperta

Il caso Paolo Bonolis diventa un giallo: sì a Sanremo 2009, resta a Mediaset fino al 2010, la Rai ci pensa

da in Attualità, Festival di Sanremo 2013, Mediaset, Paolo Bonolis, Personaggi Tv, Rai, Festival di Sanremo 2009
Ultimo aggiornamento:

    Paolo Bonolis in una scena di Commedia Sexy

    Piersilvio Berlusconi accende il conflitto ‘Paolo Bonolis‘ con una dichiarazione a margine della presentazione della nuova offerta Mediaset Premium: “Con noi fino al 2010“. “Non è vero, pensiamo a Sanremo“, ribatte l’agente di Bonolis, Lucio Presta, mentre la Rai contrattacca con Sandro Curzi: “Se Bonolis vuole Sanremo per poi tornare a Mediaset se lo può scordare“. Scintille a tutto campo, ma finirà a tarallucci e vino.

    Giornata convulsa, quella di ieri, che è ruotata intorno alla presentazione della nuova offerta del digitale terrestre Mediaset (che conquista Disney Channel e apre Premium Calcio) ed è stata resa particolarmente accesa da una dichiarazione di Piersilvio Berlusconi lasciata cadere quasi en passant sul futuro di Paolo Bonolis: “Ha chiesto un anno sabbatico per Sanremo, ma ha già firmato il rinnovo del contratto, resta con noi fino al 2010. Stiamo già pensando alla nuova edizione de Il senso della vita, e forse anche di Ciao Darwin e di nuovi programmi di prime time”. Apriti cielo! La notizia è rimbalzata immediatamente su tutte le agenzie di stampa, ripresa dai giornalisti presenti alla conferenza di Portofino ed ha scatenato una ridda di commenti nel mondo televisivo italiano.

    Immediata la smentita di Lucio Presta, agente di Bonolis, che si è affrettato a precisare che “il contratto di Paolo non è stato rinnovato, lavorerà solo a progetto. E ora il suo progetto è uno solo: Sanremo. Una volta finito il Festival, a distanza di qualche mese ci mettiamo a parlare con la Rai e con Mediaset di progetti, proposti da noi o da loro, su cui ognuno farà le proprie valutazioni”. Insomma, come sottolineato anche da Bonolis nelle sue ultime interviste, nessun vincolo aziendale, nessuna bandierina d’appartenenza, solo progetti validi e qualificanti.

    Ma la giocata d’anticipo di Berlusconi Jr. non ha lasciato indifferente la Rai, dove però le posizioni sono divise. I membri uscenti del CdA non hanno mancato di esprimere le proprie valutazioni sulle dichiarazioni di Mediaset. Sandro Curzi (quota centrosinistra) non intende lasciare vantaggi alla concorrenza e si oppone al progetto ‘bipartisan’ di Bonolis: “Piersilvio Berlusconi ha fatto l’interesse della sua azienda, ma Bonolis non può venire a presentare uno dei più grandi eventi Rai e dal giorno dopo tornare sugli schermi del principale concorrente. Il rinnovo già avvenuto del contratto con Mediaset costituisce oggettivamente una difficoltà sulla strada di un accordo per Sanremo. Un personaggio come Bonolis può certamente fare comodo alla Rai. Ma non in prestito e, comunque, non a qualunque costo“. Insomma una sorta di ultimatum, o con noi o contro di noi.

    Più cauto il commento di Giuliano Urbani (centrodestra) che cerca di superare la questione affermando che il Caso Bonolis non è proprio in cima alla lista delle preoccupazioni Rai, che ricordiamo è in piena fibrillazione per il rinnovo del CdA e di tutte le cariche direttiva in seguito alla vittoria elettorale del centrodestra.

    Certo, una Rai con ai vertici uomini del PdL potrebbe facilitare la conduzione di Bonolis, al di là delle dichiarazioni rese dal pasionario Curzi, che sembra voler mantenere la posizione per non cedere al ‘nemico’. Una dichiarazione, la sua, che ha il sapore della resistenza contro la spartizione delle cariche conseguenti ai risultati elettorali di aprile, peraltro tradizione di casa Rai. Una vicenda, quindi, che si ammanta di valore politico oltre che squisitamente aziendale, un binomio indissolubile per la Tv di Stato.

    In serata arriva, infine, un comunicato ufficiale di Mediaset che conferma la notizia data da Berlusconi Jr., pur attenuandone la portata e cercando di uscire dalle beghe Rai-Bonolis. Il comunicato, disponibile sulla pagina della Sala Stampa di Mediaset recita quanto segue:

    PAOLO BONOLIS È LEGATO A MEDIASET IN ESCLUSIVA PER I PROSSIMI DUE ANNI

    Paolo Bonolis ha firmato un contratto in scadenza nel 2008 che contiene un’opzione di esclusiva a favore di Mediaset fino al 2010. L’opzione è stata esercitata da Mediaset con anticipo rispetto alla scadenza.
    Paolo Bonolis è quindi ad oggi formalmente legato in esclusiva a Mediaset per i prossimi due anni.
    Questi sono i fatti.

    Dopo molteplici indiscrezioni di stampa relative a un possibile interesse di Bonolis alla conduzione del prossimo Festival di Sanremo, Mediaset, nel corso di un incontro richiesto dall’artista, si è detta come sempre disponibile a esaminare soluzioni che consentissero l’eventuale impegno in Rai di Bonolis.

    Quanto allo stato dei rapporti tra Bonolis e la Rai circa Sanremo 2009, possiamo solo dire che ovviamente è un tema che non ci riguarda.

    Insomma, da quanto scritto sembra che Mediaset abbia forzato l’opzione concessa dal contratto in scadenza a giugno 2008 e che non ci sia un’effettiva volontà di Bonolis, dei cui rapporti con la Rai si “lava le mani”.

    Un comunicato non certo risolutivo, anzi, visto che Presta si è nuovamente affrettato a rispondere, accusando Mediaset di “turbativa delle contrattazioni con la Rai“, forse con il non tanto celato desiderio di fare in modo che la Rai non incarichi Bonolis della conduzione del Festival.

    Cosa si nasconda davvero dietro l’accelerazione data da Berlusconi jr sul caso Bonolis in una giornata già densa di notizie e avvenimenti per Mediaset sarebbe carino da scoprire: si teme che avvantaggi la concorrenza con una nuova edizione da record di Sanremo, che bissi i successi del 2005, o al contrario si ha paura che un risultato sconfortante come quello del 2008 possa nuocere ai progetti Mediaset?

    Chissà! Eppure abbiamo la sensazione che tutto si concluderà, come sempre, con grandi sorrisi e strette di mano, con Bonolis a Sanremo 2009 e con nuovi programmi del Paolo ‘Nazionale’ per Canale 5. Vedremo…

    1260

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàFestival di Sanremo 2013MediasetPaolo BonolisPersonaggi TvRaiFestival di Sanremo 2009