Paolo Bonolis contro Fiorello: “Non è un innovatore”. Niente Italian Grammy Awards?

Paolo Bonolis contro Fiorello: “Non è un innovatore”. Niente Italian Grammy Awards?

Paolo Bonolis torna mercoledì 7 ottobre su Canale 5 con Chi Ha Incastrato Peter Pan?

    Paolo Bonolis e Alessia Marcuzzi alla presentazione dei Palinsesti Mediaset 2009/2010

    Paolo Bonolis torna mercoledì 7 ottobre su Canale 5 (in prima serata) con Chi Ha Incastrato Peter Pan?. E a chi gli fa notare che fa sempre le stesse cose ribatte: “Per quest’anno va così. E poi Fiorello è andato a Sky per sentirsi libero di innovare, ma finora l’innovazione non si è vista: i suoi show hanno sempre la stessa struttura“.

    Intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni in occasione del debutto (anticipato) della nuova edizione di Chi Ha Incastrato Peter Pan? (in onda mercoledì alle 21.10 su Canale 5), Paolo Bonolis spiega la sua stagione tv e pare togliersi qualche sassolino dalle scarpe.
    Il suo menu televisivo per questa stagione tv, che segna il suo ritorno a Mediaset dopo la parentesi Rai del Festival di Sanremo 2009, prevede la ‘solita’ offerta dei suoi programmi di punta: si inizia in autunno con Peter Pan, poi tra dicembre e gennaio arriva Il Senso della Vita, mentre in primavera torna Ciao Darwin.

    Niente di nuovo sotto il sole, quindi, è Bonois lo spiega così: “Avrei voluto fare qualcosa di nuovo, per esempio il progetto, segretissimo di Maria De Filippi. Ma ho fatto un patto con Mediaset: per quest’anno accontento loro, dal prossimo ci diamo alle novità”. Bonolis spera così di “aiutare la rete a uscire dal ‘palinsisto’” ovvero la tendenza dei palinsesti tv di insistere sempre sulle stesse cose. Effettivamente in giro c’è poca voglia di fare qualcosa di nuovo, ma così la tv rischia la morte per asfissia”.

    Proprio per evadere da questo schema Fiorello è uscito dal binomio Rai-Mediaset per provare a fare qualcosa di nuovo su Sky, fa notare l’intervistatore, ma Bonolis coglie subito l’occasione per lanciare una stoccata al ‘collega’: “Mah, forse la liberta’ di sperimentare la esprimerà più avanti. Per ora il programma di Fiorello sempre quello è: canzoni nuove, gag nuove, ma la struttura è la stessa. Non lo dico in senso dispregiativo, intendiamoci.

    Ma se su Sky c’è tutta ‘sta libertà di innovare, beh, che ce la facesse vede’”.
    Una difesa d’ufficio o una critica allo showman in odore di Sanremo, accanto alla Clerici, sua ex ‘valletta’ e ora promossa a sua erede?

    Intanto dalle dichiarazioni di Bonolis si evince che per quest’anno non ci sarà l’attesa ‘controprogrammazione’ musicale di Canale 5 al Festival di Sanremo, che avrebbe dovuto prendere la forma di una versione italiana dei Grammy Awards: se per quest’anno Mediaset ha chiesto di non innovare il palinsesto si presume che tutto sia spostato alla prossima stagione. ma niente è più volatile delle decisioni delle aziende tv in Italia, quindi restiamo in attesa di decisioni, sempre lontane dall’essere definitive.

    L’intervista a Sorrisi continua con il manifesto – più volte ripetuto – della filosofia di Bonolis sulla suo modo di fare tv: “Il mio obiettivo è la leggerezza. Oggi sembra che molti miei colleghi stiano lavorando alla mappatura del genoma, dimenticando che stanno solo facendo un prodotto televisivo”. Confessa di non guardare tanto la tv, ma di non prescindere dalle partite dell’Inter, di seguire Striscia La Notizia, Le Iene e di essere un fan della sitcom di RaiDue Piloti, con max Tortora e Enrico Bertolino. “Tra i personaggi, Piero Chiambretti: per me è quello mentalmente più veloce di tutti. Se avesse il coraggio di non mettere quelle scarpe, ovvero di non restare troppo prigioniero del proprio personaggio, sarebbe ancora più forte”: così parlò Bonolis.

    590