Paolini, ingresso vietato a Fiumicino per 3 anni

condanna per paolini dopo l'incursione al tg 1 di sabato scorso

da , il

    Gabriele Paolini, condannato

    Gabriele Paolini è stato condannato dalla questura di Roma per i fatti accaduti la settimana scorsa. Il disturbatore televisivo non potrà entrare nel comune di Fiumicino e all’aeroporto Leondardo Da Vinci per tre anni.

    Ben gli sta. Finalmente ha avuto quello che si meritava. Gabriele Paolini stavolta non l’ha fatta franca.

    Il 13 settembre scorso, lo ricorderete, proprio a Fiumicino aveva tentato di bloccare la diretta del Tg 1 delle 20 con la sua ennesima incursione. Paolini in quella occasione si era addirittura fiondato sulla giornalista Laura Chimenti, facendola poi cadere, impegnata in quel momento con un collegamento con lo studio.

    Rivediamo la scena

    Non contento Paolini mercoledì ci aveva riprovato, ancora con una diretta del Tg 1, ma è stato fermato prima che compiesse la sua nuova azione di disturbo.

    È a questo punto che la questura di Roma, al termine degli accertamenti, ha emesso il “foglio di via obbligatorio” con divieto di avvicinarsi per i prossimi tre anni al comune di Fiumicino, e quindi anche all’aeroporto.

    La misura di prevenzione, disposta dalla divisione anticrimine locale, diretta da Antonio Del Greco, è stata già notificata al disturbatore più famoso della tv e incubo delle postazioni mobili di Rai e Mediaset.

    La motivazione di tale provvedimento prende in considerazione sia i suoi precedenti penali, che non sono pochi, e sia il fatto che Paolini non ha saputo giustificare la sua presenza nell’aeroporto romano di sabato scorso “non espletando un’attività lavorativa nel comune di Fiumicino e non essendo in possesso di alcun biglietto aereo”.

    Caro Paolini, ti è andata proprio male, e adesso non potrai prendere neanche più l’aereo da Roma!