Paola Ferrari e La Domenica Sportiva, addio alla conduzione: fatta fuori da Sabrina Gandolfi

Paola Ferrari e La Domenica Sportiva, addio alla conduzione: fatta fuori da Sabrina Gandolfi

Paola Ferrari: addio alla conduzione de La Domenica Sportiva su Rai 2

da in Attualità, Personaggi Tv, Programmi TV, Rai, Rai 1, Rai 2, Sport, Paola Ferrari
Ultimo aggiornamento:

    Non sapete chi vi siete messi contro. Paola Ferrari fatta fuori da Sabrina Gandolfi dalla prossima edizione de La Domenica Sportiva. La sua conduzione non ci sarà per volere di Mauro Mazza, direttore di Rai Sport. Questo, tra gli altri, uno degli epiloghi “choc” raggiunto dopo gli sms al veleno di ieri con il direttore generale Luigi Gubitosi, in riferimento ai futuri cambiamenti in casa Rai. Uno scontro durissimo tra i due che ha portato a esiti considerevoli: oltre alla conduttrice di Rai 2, via telecronisti e anche Franco Lauro da Novantesimo Minuto, al suo posto Marco Marzocchi. La scelta ha fatto storcere il naso perché apparentemente immotivata; gli ascolti di queste trasmissioni – che fanno annualmente i conti con il calcio-spezzatino – non sono stati da buttare.

    Al posto di Paola Ferrari solitamente al centro dell’attenzione nello studio più illuminato della Rai, al pari di quello di Mediaset con Barbara D’Urso, arriverà Sabrina Gandolfi: un’altra donna al timone del programma sportivo e che vanta in Rai proprio la versione estiva de La Domenica Sportiva condotta nel 2007, 2008 e 2009 e, tra gli altri, il suo Sabato Sprint co-condotto con Paolo Paganini.

    D’altro canto, i risultati Auditel di Paola Ferrari a La Domenica Sportiva di Rai 2 (circa il 10% di share) e nello spin off Diario Mondiale su Rai 1 (bene durante l’Italia ai Mondiali di calcio, e sempre intorno al 15% una volta che la squadra è stata eliminata) non avrebbero comunque convinto i dirigenti Rai sul da farsi.

    Cambiamenti non solo tra i conduttori delle trasmissioni dedicate ampiamente allo sport, ma anche per l’organico telecronisti: il giovane Alberto Rimedio, infatti, prenderà il posto di Stefano Bizzotto come telecronista della Nazionale di calcio. Insomma, la scure è arrivata. Mentre – proprio oggi – dalle pagine de Il Corriere della Sera, il report di Milena Gabanelli – passateci la battuta – che rimbrotta ancor più bruscamente quella Rai dalla scelte discutibili:

    Per tornare efficiente e competitiva, la Rai andrebbe «snellita», ma modifiche radicali saranno possibili solo se si interviene sulla riforma del 1975, meglio nota come lottizzazione.

    Ogni partito si è preso un canale, e poi ci ha infilato i suoi uomini scegliendo come unico criterio la «fedeltà», non all’azienda ma al partito. Risultato: proliferazione di strutture e incarichi dirigenziali che negli anni si sono stratificati’.

    Il riferimento è alle ipotesi attuali di accorpare alcune delle redazioni giornalistiche Rai, ma volendo estendere tali dichiarazioni ai via vai delle conduzioni sportive… vuoi vedere che Milena Gabanelli ci ha visto giusto ancora una volta?

    471

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPersonaggi TvProgrammi TVRaiRai 1Rai 2SportPaola Ferrari