Palinsesti La7, i programmi TV 2017-2018 tra novità e riconferme

Urbano Cairo ha presentato i palinsesti di La7 per la stagione televisiva 2017-2018. Tra le novità dei prossimi mesi, l'arrivo di Corrado Guzzanti e il già annunciato nuovo direttore di rete, Andrea Salerno. Confermatissima Lilli Gruber, che firma un contratto quinquennale. Infine, dopo la chiusura de La Gabbia, torna Gianluigi Paragone. Nessuna nostalgia per Maurizio Crozza, passato a Discovery.

da , il

    Palinsesti La7, i programmi TV 2017-2018 tra novità e riconferme

    Mercoledì 12 luglio il patron di La7, Urbano Cairo, ha presentato a Milano i Palinsesti per la stagione televisiva 2017-2018. Durante la conferenza stampa l’editore ha illustrato le novità e le riconferme della rete (adesso diretta da Andrea Salerno), in onda dal prossimo settembre, e si è detto soddisfatto per i risultati ottenuti fino ad ora: ‘La7 è la rete generalista che cresce più di tutte’, ha dichiarato, prendendo ad esempio il TG condotto da Enrico Mentana, le cui – ormai celeberrime – maratone hanno raggiunto picchi del 12% di share.

    Tra le prime novità annunciate da Urbano Cairo per i palinsesti 2017-2018 c’è l’arrivo a La7 di Corrado Guzzanti. Il comico approderà a novembre e curerà una cartolina satirica, in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì; il taglio, annuncia Cairo, sarà simpatico e divertente.

    Si prosegue con l’approdo – in realtà, già precedentemente annunciato – di Diego Bianchi – Zoro. Il conduttore di Gazebo è al lavoro per la prima serata.

    Terza e, per il momento, ultima novità, la fascia quotidiana affidata a Makkox, cui spetterà il compito di raccontare la giornata attraverso l’utilizzo dei social, in particolare Instagram, mostrando quanto accaduto con filmati molto brevi ‘che richiamano lo stile di Blob‘, dice Cairo.

    Conduttori e programmi confermati

    Lilli Gruber resta a La7 e rinnova per cinque anni

    Lilli Gruber resterà in casa Cairo almeno fino al 2022. La conduttrice di Otto e Mezzo, infatti, ha appena firmato un contratto quinquennale e Cairo stesso si dice molto soddisfatto. Oltre a riconoscere la professionalità della giornalista, l’editore ha sottolineato la forza televisiva del programma: ‘Se qualcuno ha qualcosa di importante da dire, va a Otto e Mezzo dalla Gruber’.

    Enrico Mentana e i successi del telegiornale

    ‘Il TG di Mentana ha raggiunto risultati notevolissimi’, afferma Urbano Cairo. ‘Ha inventato un genere grazie alla sua maratona Mentana, ottenendo risultati straordinari. La notte del referendum del 4 dicembre ha raggiunto il 12% di share’. Enrico Mentana, dunque, può dormire sonni tranquilli: il direttore resterà saldo al notiziario della rete e tornerà presto a deliziare i telespettatori con le maratone, ormai un vero e proprio cult, e Bersaglio Mobile.

    Giovanni Floris confermato a diMartedì, incerta la copertina di Luca e Paolo

    Giovanni Floris torna alla conduzione del talk show, sempre in onda il martedì, sempre in prima serata. Nulla, invece, si sa della copertina di Luca e Paolo, prossimi conduttori di Quelli che il calcio. ‘Non posso ancora confermare la loro presenza. Ne stiamo parlando, ma il programma ha una sua forza grandissima, al di là della copertina’. Insomma, le parole di Urbano Cairo fanno presagire una separazione consensuale.

    Corrado Formigli a Piazzapulita, Giovanni Minoli a Faccia a Faccia

    Il lunedì sera torneranno in onda le inchieste di Piazzapulita, giunto all’ottava edizione. Corrado Formigli – fa sapere Cairo – ha firmato con La7 un contratto triennale. Allo stesso tempo, tornerà il programma di approfondimento condotto da Giovanni Minoli: ‘Credo molto in lui’, dice, ‘è un grande giornalista. Il ‘faccia a faccia’ è la sua forza grazie alla sua capacità di fare domande incalzanti’.

    Andrea Purgatori ad Atlantide – Storie di Uomini e di Mondi

    Ritorna anche Atlantide, tra i programmi cult di La7. A condurlo sarà Andrea Purgatori.

    Gianluigi Paragone e la chiusura de La Gabbia

    ‘Gianluigi Paragone è il conduttore di La7 in assoluto più in onda dal 2013′, dichiara Urbano Cairo, totalizzando – solo con La Gabbia – 35 puntate a stagione. ‘Rimane con noi, stiamo ipotizzando alcune proposte, non so ancora esattamente cosa farà, ma sicuramente sarà in video’. Dopo la chiusura de La Gabbia, dunque, Gianluigi Paragone resta a La7 ed è Cairo stesso a smentire qualsiasi gossip sulla vicenda: ‘Non c’è nessun problema legato alla vivacità de La Gabbia: Paragone tornerà con le sue inchieste e lo vorremo vivace e capace di fare le domande scomode che l’interlocutore non vuole sentirsi fare’.

    Oltre a Paragone, torneranno anche David Parenzo e Luca Telese.

    La programmazione del daytime

    Il daytime di La7 vede riconfermati tutti i programmi già in onda: si inizia con Omnibus con Alessandra Sardoni e Gaia Tortora, per proseguire con Coffee Break con Andrea Pancani e L’Aria che tira con Myrta Merlino. Nel pomeriggio Tagadà con Tiziana Panella e Cuochi e Fiamme, condotto da Simone Rugiati; per poi concludere con la striscia di Makkox.

    Francesco Facchinetti conduce Miss Italia 2017

    Per il quinto anno consecutivo, Miss Italia torna su La7 e a condurlo sarà Francesco Facchinetti. Confermati il gruppo di lavoro – lo stesso di Carlo Conti – e la location, Jesolo. In attesa di annunci ufficiali, invece, la composizione della giuria: molto probabile l’arrivo di Christian De Sica nelle vesti di presidente.

    Massimo Giletti non sarà a La7, smentite le trattative con Fabio Fazio

    ‘E’ un grande professionista, ma non abbiamo avuto contatti né con lui né con Fazio’. Urbano Cairo smentisce, dunque, l’approdo su La7 di Massimo Giletti, forse in fuga dalla RAI dopo la chiusura de L’Arena. Allo stesso tempo, mette a tacere le voci di corridoio che, nelle scorse settimane, lo volevano in trattative con Fazio: ‘Ho incontrato alcune volte Beppe Caschetto, abbiamo un buon rapporto, ma non ho mai parlato con Fazio. Non c’è mai stata nessuna offerta o proposta’.

    Maurizio Crozza? Nessuna nostalgia

    ‘Crozza ha lasciato La7, ha fatto una scelta. Abbiamo mantenuto un buon rapporto, ma non sentiamo particolare nostalgia’. Con queste parole Cairo esprime il suo giudizio sull’addio del comico genovese alla sua rete. E aggiunge: ‘Ha fatto più fatica di quella che forse era la sua previsione’, riferendosi agli ascolti di Nove.

    Eccezionale Veramente non tornerà in onda

    Il talent show per comici condotto da Francesco Facchinetti chiude definitivamente i battenti. ‘L’esperimento ha ottenuto ascolti discreti, il 3%, e ci incoraggiava a continuare. Però quest’anno sicuramente i risultati sono stati meno buoni e non credo che ripeteremo quel genere di esperimento. Sicuramente siamo più orientati sulla satira’.

    La7 sempre più talk show politico

    Analizzando il nuovo palinsesto, la prima impressione a caldo è che La7 stia virando sempre più verso la politica e che, dopo qualche esperimento poco fortunato delle prime stagioni (ad esempio, Cristina Parodi Live), la rete sia focalizzata sul talk show e sui programmi di inchiesta, senza lasciare spazio all’intrattenimento. Poco male. Quello che potrebbe sembrare un limite, in realtà si potrebbe trasformare in forza. La7, infatti, potrebbe presto trasformarsi nella Rai 3 della TV commerciale.

    La connotazione politica, però, non c’entra. A chi chiede se La7 si sposta a sinistra, Cairo risponde: ‘Assolutamente no. Non è mai stata da nessuna parte e la libertà di espressione è assoluta. C’è possibilità per tutti di esprimersi e di dare un’interpretazione della realtà che aiuti il telespettatore a capire di più e farsi un’idea sua’.