‘O mare mio su NOVE con Antonino Cannavacciuolo: quattro puntate tra ricette e piatti a base di pesca

Il popolare chef campano torna in TV ma stavolta 'si sporca le mani' insieme ai pescatori di tutta Italia. Il primo episodio è ambientato ad Aci Trezza

da , il

    ‘O mare mio su NOVE con Antonino Cannavacciuolo: quattro puntate tra ricette e piatti a base di pesca

    Su NOVE debutta ‘O mare mio. Il nuovo programma con Antonino Cannavacciuolo andrà in onda in quattro puntate a partire da lunedì 9 gennaio 2017 in prima serata. La trasmissione, nata da una idea dello stesso ‘re’ di piatti e ricette TV, mette insieme le due più grandi passioni dello chef campano più popolare degli ultimi anni: la cucina e la pesca. Prodotto da Endemol Shine Italia, gli episodi raccontano un viaggio ‘tra le onde’ suddiviso in varie tappe.

    La tappa della prima puntata di ‘O mare mio – che sarà trasmesso su NOVE dalle ore 21.10 di lunedì 9 gennaio 2017 – è il paese dei Malavoglia di Verga. Secondo le anticipazioni, infatti, Antonino Cannavacciuolo raggiungerà la Sicilia e parteciperà ad una battuta di pesca alla menaide ad Acitrezza.

    La menaide è una tecnica utilizzata per pescare i masculini, una tipologia di alice tipica del luogo, ingrediente principale di un piatto caratteristico locale: la pasta con i masculini, su cui si sfideranno i tre migliori cuochi amatoriali del paese. Al termine della gara, il cuoco vincitore assisterà lo chef in cucina per preparare una rivisitazione del piatto tradizionale proposta dallo stesso Cannavacciuolo.

    Nella prima puntata di ‘O mare mio comparirà anche la band locale ‘Vulkanica’.

    Nelle restanti tre puntate, invece, per Antonino Cannavacciuolo ci saranno altre tre tappe: a Lerici, in Liguria; a Porto Cesareo, in Puglia; infine a Porticello, di nuovo in Sicilia. Al momento, però, non è chiaro se l’ordine delle tappe indicato coincida con la cronologia degli episodi che andranno in onda.

    In compenso, a spiegare bene che cos’è ‘O mare mio ci ha pensato in prima persona il giudice di MasterChef anche padrone di casa di Cucine da Incubo. Smessi – ma solo per poco – i panni da cuoco di alto livello in cucina, nel nuovo programma Cannavacciuolo metterà insieme le due più grandi passioni.

    In ogni puntata, infatti, lo chef parteciperà ad una battuta di pesca con i locali pescatori. Il pretesto sarà utile anche per ricostruire la storia del luogo, ma anche per far conoscere ai telespettatori quali sono i piatti tipici e le ricette più diffuse della località-tappa.

    Protagonista, dunque, sarà anche il pesce tipico locale, con il famoso chef sempre pronto a preparare una ricetta a bordo del peschereccio per la crew di pescatori.

    Quindi, una volta terminata la battuta di pesca e attraccati al porto, ogni volta Cannavacciuolo entrerà in contatto con il borgo marinaro, alla ricerca dei tre migliori cuochi amatoriali del paese, proclamando il vincitore e infine regalando la preparazione di una sua ricetta speciale agli abitanti del posto.