Nurse Jackie in prima visione da stasera su Sky Uno

Arriva in Italia Nurse Jackie - Terapia d'urto, serie Showtime creata da Liz Brixius, Evan Dunsky e Linda Wallem che Sky Uno (109 di Sky) trasmetterà a partire da venerdì 5 marzo con un doppio episodio dalle 21

da , il

    Vorreste mai finire in un ospedale in cui la capa intrappolata dentro l’ascensore fa finta di essere al David Letterman Show, ruba i bambini per il suo desiderio di maternità e dove la capo-infermiera è dipendente dagli antidolorifici (il Vicodin, come Dr House), che mischia con le anfetamine? Se sì non potete assolutamente perdervi Nurse Jackie, serie Showtime creata da Liz Brixius, Evan Dunsky e Linda Wallem che Sky Uno (109 di Sky) trasmetterà a partire da questa sera con un doppio episodio dalle 21.

    Protagonista di Nurse Jackie è Edie Falco (I Soprano), infermiera vendicativa (chiederlo al tizio il cui orecchio – già staccato – finisce nel water…) che sniffa antidolorifici e anfetamine e tiene ai (ad alcuni) pazienti più di ogni altra cosa, fa sesso con il farmacista Eddie (Paul Schulze anche lui ex Soprano) per ottenere i farmaci pur senza avere le ricette, che non dà mai retta alla sua capa e che disprezza tutti i dottori perché “fanno solo la diagnosi, siamo noi a curare i pazienti“.

    Cinica e anche un po’ scostante, Jackie è amica della dottoressa Eleanor O’Hara (Eve Best) e con l’infermiere gay e musulamno Mo-Mo (Haaz Sleiman), e deve fare i conti l’apprendista ingenua Zoey (Merritt Wever) ed il chirurgo ansioso Dr. Fitch Cooper (Peter Facinelli). Questi i personaggi regolari, mentre tra i recurring della serie c’è l’amministratrice dell’ospedale Mrs. Gloria Akalitus (Anna Deavere Smith), Kevin (Dominic Fumusa) il marito di Jackie e le due figlie Grace (Ruby Jerins) e Fiona (Daisy Tahan).

    Ma perché l’ennesimo show medical? Liz Brixius ha spiegato al New York Daily News che l’idea alla base di Nurse Jackie è doppia, la prima è che ci sono molti show sui dottori ma nessuno sulle infermiere, la seconda è per rendere la tv più “donna-friendly”: “Le storie per gli uomini e con uomini – ha detto la Brixius – sono incentrate sulle conquiste (trovare un lavoro, vincere le Olimpiadi, cose di questo genere). Invece le storie per donne e con donne sono più lente…e poi ogni show medico è incentrato sui medici, peccato che questi non sarebbero capaci di fare quello che fanno se non ci fossero le infermiere. Noi vogliamo raccontare queste storie“.

    Intenzioni lodevoli, peccato che Nurse Jackie – partita col botto e subito confermata per una seconda stagione (che partirà il 22 marzo in America) – ha subito incontrato il favore della critica…e la contrarietà delle infermiere dello stato di New York secondo cui – come avevamo riportato all’epoca – la serie dovrebbe avere una disclaimer che faccia scindere ai telespettatori la realtà dalla fantasia visto che “Nurse Jackie ha poco da spartire con le vere infermiere. Crediamo – scriveva la NYSNA in una nota – che gli show possano influenzare il pubblico, ma ancora dobbiamo vedere un programma che descriva accuratamente quello che fanno le infermiere, il cui ruolo è spesso frainteso e marginalizzato dai media“.

    La protagonista di Nurse Jackie non potrebbe neanche fare l’infermiera, avendo violato praticamente tutte le regole del Codice Etico, per questo sarebbe il caso che a fine serie ci fosse un disclaimer che dica che le cose, nel mondo reale, vanno in modo diverso“, concludeva la nota della NYSNA, richieste che però sono state boicottate da Showtime, che si è limitata a ricordare come Nurse Jackie voglia intrattenere il pubblico e non è un documentario-verità, e che hanno lasciato perplessa anche Edie Falco, che ha spiegato come “Nurse Jackie non è uno show sulle infermiere, ma su un’infermiera“.

    Ma com’è la serie? A noi “ce piace” e ci piace tanto, ed anche le recensioni su Metacritic sono tutte favorevoli e, per i vari siti web, non scendono sotto al sei: “Il formato da mezz’ora è perfetto per questo programma, incentrato sulla narrazione dei personaggi concentrata come in un espresso“, dice il Chicago Tribune, mentre l’Hollywood Reporter sottolinea “la fantastica creazione di Jackie Peyton, con lo show ed il personaggio che sono meritevoli, anche in dosi multiple“. “Intelligente, brillante, acuminata e sentimentale: la miglior serie dell’anno di un canale via cavo“, dice il New York magazine, mentre il The Examiner sottolinea come la protagonista “sebbbene non sia una santa, tra l’assuefazione da droghe e il suo tradire il marito con il farmacista, almeno ci prova e tiene ai pazienti“. Tiepido, invece, Salon, secondo cui la serie (valutata sufficiente) “deve offrire più di un’infermiera enigmatica ed una parata di comprimari intelligenti“.

    Nell’attesa di sapere il vostro giudizio sulla serie, vi ricordiamo che l’appuntamento italiano con Nurse Jackie (Terapia d’urto) è a partire dal questa sera su Sky Uno (109 di Sky) con un doppio appuntamento tutti i venerdì a partire dalle 21.

    Nurse Jackie – Un paio di promo

    Nurse Jackie – Teaser

    Nurse Jackie – La sigla