Noi siamo infinito, Alessio Bernabei a Televisionando: ”Riparto da solista, voglio mettermi in gioco” [INTERVISTA]

Noi siamo infinito, Alessio Bernabei a Televisionando: ”Riparto da solista, voglio mettermi in gioco” [INTERVISTA]

Il cantante parla del no ricevuto ai Bootcamp di X Factor nel 2011: ''Forse meglio così''

    Alessio Bernabei, da Sanremo al tour con Noi siamo infinito

    Dopo Amici, un Festival di Sanremo con i Dear Jack e uno da solista, Alessio Bernabei torna con il primo album, Noi siamo infinito, in uscita venerdì 8 aprile. Il cantante, idolo dell’edizione 2013-2014 di Amici, si rimette in gioco proseguendo l’avventura che ha intrapreso poco meno di un anno fa. Televisionando lo ha incontrato a in occasione della presentazione del disco, in cui ha parlato sia della sua esperienza con i Dear Jack sia della sua esclusione ai Bootcamp di X Factor nel 2011. In apertura il video dell’intervista ad Alessio Bernabei, di seguito il racconto della presentazione.

    Alessio Bernabei è uno di quei cantanti che, lanciati da un talent show, camminano con le proprie gambe anche a distanza di tempo. Ex frontman dei Dear Jack, secondi classificati ad Amici 13, ha deciso di intraprendere la carriera da solista dopo aver pubblicato due album insieme alla band e torna adesso con Noi siamo infinito. Un addio, quello ai Dear Jack, non privo di critiche: i fan, infatti, come spesso accade in questi casi, si sono schierati, creando due fazioni contrapposte. Dopo i primi momenti di tensione, gli animi sembrano essersi distesi, ma è stato comunque un momento difficile e a parlarne è proprio Bernabei: ”Sono stato il creatore dei Dear Jack. Inizialmente eravamo io e il chitarrista, ho messo insieme il gruppo poco prima di entrare ad Amici; ci siamo conosciuti all’interno di un programma televisivo e questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso poco dopo”.

    ”Io facevo il cantante, quello che ho sempre sognato”, spiega, ”ma dentro di ne non c’era il benessere, tra di noi c’erano problemi interni”, problemi che hanno portato a ”un distaccamento ed è stata la soluzione migliore”. I rapporti personali con la band, però, non si sono interrotti: ”Ci sentiamo, ci vogliamo bene, siamo stati come fratelli e il sentimento rimane”. Dopo un momento di iniziale difficoltà, di rischio per la carriera, arrivata all’apice in poco tempo, ma forse poco matura per avere la certezza di essere abbastanza solida per proseguire in solitaria, l’incontro con la casa discografica: ”L’incontro con Warner e l’occasione di partecipare a Sanremo mi hanno fatto rientrare sul binario e speriamo sia in discesa”.

    Amici ha dato ad Alessio Bernabei la popolarità, ma non è il primo programma a cui ha provato a partecipare.

    Com’è noto, infatti, aveva già tentato di entrare a X Factor come solista nel 2011. ”Avevo 19 anni, ho fatto i casting con Morgan, Arisa, Simona Ventura ed Elio. Ho ottenuto quattro sì. Ai bootcamp per qualche motivo non sono stato preso, mi fecero cantare Rolling in the deep di Adele a cappella. Forse è stato il destino che ha voluto che andasse meglio dopo e forse è meglio così”.

    Adesso, dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con Noi siamo infinito, il rapporto con i fan è migliorato: ”All’inizio è stata dura, mi hanno preso un po’ per il cattivo della situazione, è stato un po’ traumatico. Poi hanno capito, anche se si sono create della fazioni, ma poi condividiamo gli stessi fan. Al di là delle parole, la musica farà i fatti. Auguro tutto il bene alla mia ex band perché voglio bene a tutti loro e sono sicuro che anche loro me ne vogliono”.

    Photo credits: Julian Hargreaves

    630

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Amici 2016IntervisteX Factor 10Alessio BernabeiDear Jack
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI