Nina Senicar, dopo Velone sogna il cinema

Nina Senicar racconti i suoi sogni lavorativi e il suo difficile passato nella Serbia dilaniata dalla guerra in una intervista al settimanale Grazia

da , il

    Lanciata dal piccolo schermo la sensuale showgirl Nina Senicar sogna ora di arrivare sul grande schermo. Dopo aver già ampiamente mostrato anche le sue doti di modella (è il nuovo splendido lato b della linea di biancheria intima Roberta), la bella ex naufraga dell’Isola dei Famosi 7 vorrebbe cimentarsi nella recitazione. Ma non pensiate che si accontenti dei soliti e facili cinepanettoni: alla serba piacerebbe impegnarsi nel cinema di nicchia.

    Tutte le sere la vediamo su Canale 5 ridere e scherzare al fianco di Enzino Iacchetti a Velone, il programma estivo ideato da Antonio Ricci e portato al successo da Teo Mammucari, ma tra uno stacchetto e l’altro delle simpatiche e arzille signore di mezz’età Nina Senicar pensa al grande schermo.

    “Velone è un’esperienza bellissima e io mi sento molto fortunata: lavoro sodo, imparo molto, mi faccio conoscere, sono felice. Questo non mi impedisce di pensare a un altro futuro: mi piacerebbe fare cinema di nicchia” ha dichiarato sull’ultimo numero di Grazia la 24enne serba confessando di essere venuta in Italia per laurearsi in Economia (e ci è riuscita col massimo dei voti alla Bocconi di Milano).

    In attesa che le arrivi tra le mani un copione da leggere l’ex naufraga dell’Isola dei Famosi 7, una delle menti della famosa “cupola” smascherata dal vincitore Daniele Battaglia, non disdegna i servizi fotografici sexy che mettono in mostra il suo fisico da urlo: “Sono cose che, per ora, devo fare. Come dire: mando giù – ha ammesso con schiettezza –. Ho sempre voluto finire nello showbiz, anche se non l’ho mai ammesso prima di oggi. Vengo da una famiglia di intellettuali, tutti laureati: padre chirurgo, madre radiologa. Per loro la vita che sto facendo era inconcepibile

    Nel corso dell’intervista al settimanale diretto da Vera Montanari la Senicar, beccata nel frattempo da Diva e Donna a Saint Tropez a farsi coccolare dal giovane imprenditore Tommy Chiabra, ha raccontato anche della sua non facile adolescenza nella Serbia dilaniata dalla guerra civile: “Noi siamo stati ‘costruiti dalle guerre’, forgiati dalla paura. Io provo lasciarmi tutto alle spalle. Anche se non sempre ci riesco. L’anno scorso in discoteca andava molto una canzone con una sirena d’allarme. E io tremavo, altro che ballare – ha continuato Nina –. Mi sentivo estranea, diversa. E’ una cosa che mi capita spesso: ho 24 anni, ma ne dimostro molti di più. Non dico fisicamente, sono più vecchia dentro. Più matura”. Il suo in fondo è un passato difficile da dimenticare.