Niente terza stagione per Terminator: The Sarah Connor Chronicles

Niente terza stagione per Terminator: The Sarah Connor Chronicles

La conferma ufficiale arriverà solo agli upfronts del 18 maggio, ma secondo una fonte vicina allo show, "tutti sapevano che avremmo chiuso bottega già da un paio di settimane", mentre un insider del network ha aggiunto che dovremmo considerare The Sarah Connor Chronicles "già cancellato"

    Terminator: The Sarah Connor Chronicles

    Brutte notizie per i fan di Terminator: The Sarah Connor Chronicles, che secondo Ausiello non sarà rinnovata per una terza stagione; la serie si concluderà dunque con l’episodio andato in onda su Fox la settimana scorsa.

    La conferma ufficiale arriverà solo agli upfronts del 18 maggio, ma secondo una fonte vicina allo show, “tutti sapevano che avremmo chiuso bottega già da un paio di settimane“, mentre un insider del network ha aggiunto che dovremmo considerare The Sarah Connor Chroniclesgià cancellato“.

    L’unico spiraglio (ma neanche poi molto) è la posizione ufficiale della Fox, secondo cui “nessuna decisione è stata presa, annunceremo tutto il 18 maggio“. Ricordiamo che già da tempo si parlava di una cancellazione per quest’ottima serie, i cui ascolti erano però a dir poco terribili.

    Insomma, come già successo per Jericho, ottimo concept e ottime sceneggiature, anche Terminator: The Sarah Connor Chronicles (forse) ci dice addio a causa dei bassi ascolti: resta da vedere se – come già per Jericho – la serie continuerà su fumetto, senza dimenticare le sue ‘connessioni’ con “Terminator Salvation: The Future Begins“, quarto capitolo cinematografico della saga Terminator.

    Nei mesi scorsi, lo ricordiamo, Josh Friedman, creatore dello show, aveva spiegato di avere in mente “una serie da 80 episodi: quando abbiamo cominciato avevamo in mente quattro stagioni. Queste cose sono ancora valide, anche se io ho già un’idea di come la serie finirà. Certo, spero che questo capiti il più lontano possibile”.

    Più di recente, Friedman aveva aggiunto di non aver scritto “un finale-finale per questa seconda stagione, perché se avessi tentato di concentrare tutto in 43 minuti sarebbe finito come un clip show. L’ultima puntata della seconda stagione chiuderà alcune trame principali e getterà le basi per una (eventuale) terza“, che Friedman pare avesse già abbozzato: la vedremo mai in forma alternativa? Incrociamo le dita!

    442