NCIS Los Angeles, Don Bellisario chiede i ‘danni d’autore’ a CBS TV

Don Bellisario ha intentato una causa contro CBS TV Studios, colpevole di non averlo pagato per lo spinoff NCIS: Los Angeles

da , il

    Don Bellisario ha intentato una causa contro CBS TV Studios, colpevole di non averlo pagato per lo spinoff NCIS: Los Angeles: il creatore di Jag e NCIS, capostipite e spinoff della saga, ha lasciato nel 2007, ma secondo quanto da lui stesso rivelato, il suo contratto prevede tutt’ora che egli abbia un diritto di prelazione che gli permette di partecipare, creativamente ed economicamente, allo sviluppo di tali programmi. Nei documenti allegati alla causa, inoltre, Bellisario sostiene che avendo creato JAG e NCIS, ha sostanzialmente creato pure NCIS: LA, quindi CBS deve pagarlo per violazione contrattuale: non ci sono cifre precise, ma si parla di decine di milioni di dollari.

    Dopo due decenni insieme con reciproci benefici, Donald Bellisario ha dichiarato guerra a CBS TV Studios, colpevole di aver creato NCIS: Los Angeles senza interpellarlo e soprattutto senza pagarlo: vero è che il nostro se ne è andato nel 2007, ma secondo la causa presentata poche ore fa e scovata da deadline, lo sceneggiatore e produttore ha “il diritto di partecipare creativamente ed economicamente” alla creazione di tali programmi, anche perché – considerato che ha creato JAG e NCIS – ha praticamente creato pure NCIS: LA, “show che replica scrupolosamente tutti gli ingredienti di successo di NCIS, sembra in clone dei programmi di Bellisario“.

    E se la rete sostiene che NCIS: Los Angeles non sia uno spinoff ma una serie nuova di pacca, Bellisario replica che “spesso ci si riferisce a NCIS: LA come allo spinoff di NCIS, che i due show sono ambientati nello stesso mondo fittizio, hanno lo stesso ‘modus operandi’, condividono persino alcuni personaggi – incluso il direttore dell’agenzia NCIS – e vanno in onda uno dopo l’altro“. Insomma, viste le clausole nel contratto (Bellisario sostiene che, qualora la rete avesse voluto creare nuovi show, ma anche sequel o remake, tratti da sue creazioni, lui avrebbe dovuto essere interprellato per primo), CBS aveva l’obbligo di lasciargli produrre e sceneggiare lo spinoff, o di pagarlo qualora non fosse stata interessata alla sua consulenza.

    Niente di tutto questo è successo, anche se Bellissario – che fu costretto ad andarsene nel 2007 dopo che Mark Harmon disse più o meno ‘o me, o lui’ – ha presentato una causa senza richieste di risarcimento precise, limitandosi a dire che CBS è “contrattualmente obbligata” a pagarlo per NCIS: Los Angeles, una percentuale sui guadagni più qualcosina per i ‘danni’. Cifre precise non ce ne sono, ma considerato però il successo di NCIS: LA, che viene venduto alle tv via cavo al costo di 2.3 milioni di dollari ad episodio, che è il secondo programma più visto di CBS e che ha un giro d’affari di circa un miliardo di euro,la cifra che Bellisario potrebbe ottenere sarebbe di circa 100-150 milioni di dollari.