Naufragio Costa: in attesa del plastico, Vespa sorvola la Concordia (video)

Naufragio Costa: in attesa del plastico, Vespa sorvola la Concordia (video)

Bruno Vespa è volato al Giglio per offrire un reportage esclusivo sul naufragio della Costa Concordia

da in Bruno Vespa, Porta a Porta, Naufragio Costa Concordia
Ultimo aggiornamento:

    Costretto a star fermo per l’intero weekend, Bruno Vespa è ‘volato’ all’Isola del Giglio per verificare di persona lo stato della Costa Concordia, naufragata a pochi metri dalla costa venerdì 13, e offrire ieri sera al pubblico di Porta a Porta un dettagliato reportage sulla dinamica dell’incidente. Di certo quella di Vespa è stata una delle ricostruzioni più dettagliate e circostanziate fatte finora, nonostante le dirette fiume dei canali all news e i tanti salotti tv riempitisi di naufraghi e soprattutto di pseudo-esperti (ovvero solita compagnia di giro improvvisamente trasformatasi in una schuera di lupi di mare di decennale esperienza). Vespa sorvola il relitto della mastodontica nave da crociera a bordo di un elicottero e ci tornano in mente le immagini del suo primo reportage da L’Aquila all’indomani del terremoto del 6 aprile 2010.

    Il naufragio della Costa Concordia è al centro di tutti i principali programmi informativi ed oggetto di dibattito (talvolta dai contenuti davvero sconfortanti) per i salotti pomeridiani di Rai e Mediaset: la battaglia tra i programmi tv si combatte a suon di naufraghi (con record di presenze per Francesca Rettondini e la giornalista Mara Parmeggiani, impegnate in un difficile tour de force per ‘soddisfare’ tutti gli inviti) e a suon di ‘esperti’, dall’immancabile psicoterapeuta che spiega gli effetti dello stress post-traumatico all’opinionista che pur non sapendo nulla di navigazione spara sentenze sulla competenza del personale di bordo o sulle operazioni di soccorso. Manca essenzialmente la voce del crew della nave, che intanto ‘combatte’ la propria personale battaglia su Facebook, mentre si cercano riscontri nei ‘verbali’ e negli scambi di comunicazione tra Capitaneria e Comandante, vere testimonianze su cosa sia successo dopo l’incredibile impatto della Concordia sugli scogli del Giglio.

    In tutto questo Bruno Vespa si rimette a bordo di un elicottero per sorvolare l’area del disastro, così come fece all’indomani del terremoto de L’Aquila, sua città natale distrutta da una scossa che ha lasciato aperte molte ferite.

    In basso il video dell’apertura della prima puntata di Porta a Porta dedicata a L’Aquila.

    In basso, invece, il reportage di Vespa dal Giglio, trasmesso ieri sera

    Questa sera Porta a Porta tornerà sul caso Concordia per seguire gli sviluppi delle indagini in corso e delle ricerche dei dispersi, saliti a 29. Sarà la volta del plastico?

    409

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bruno VespaPorta a PortaNaufragio Costa Concordia