Naufragio Costa Concordia: Schettino con due donne durante l’impatto. La testimonianza choc a Chi l’ha Visto? (video)

Naufragio Costa Concordia: Schettino con due donne durante l’impatto. La testimonianza choc a Chi l’ha Visto? (video)

    Il Comandante Schettino sarebbe stato nel salone delle feste del ponte 11 con due donne, una mora e una bionda, al momento dell’impatto della Costa Concordia con gli scogli dell’Isola del Giglio: questo è quanto racconta in diretta a Chi l’Ha Visto? un naufrago, Marco Monda, sulla nave in luna di miele. Con la sua testimonianza negherebbe la presenza del Comandante in plancia di comando al momento dell’incidente. Intanto solo oggi arriva dalla Compagnia Costa l’annuncio della sospensione dal servizio del comandante.

    ‘Alle 21,15 il comandante Schettino era abbacciato a due donne, una bionda e una mora, sul ponte più alto della Concordia per mostrare alle donne la vista del Giglio. Al momento dell’impatto è fuggito via‘: questo racconta Marco Monda, tra i pochi fortunati ad avere accesso alla zona più alta della nave, riservata a pochi eletti, in virtù del suo ‘pacchetto honey moon’. Dice di aver visto il comandante in compagnia di due donne a cena nel ristorante più esclusivo della Concordia e di averlo visto fuggire dopo l’urto con gli scogli del Giglio.

    Un racconto che cozzerebbe con quanto raccontato dallo stesso Francesco Schettino, che agli inquirenti ha invece confermato di essere al comando della Concordia. La veridicità di questa testimonianza raccolta da Chi l’Ha Visto? sarà poi verificata con le registrazioni della scatola nera della nave (almeno ce lo auguriamo), ma getta nuove ombre sulla dinamica dell’incidente nel quale sono morte 11 persone e ne risultano disperse ancora 21. In sè, il fatto di essere in giro per la nave con qualche ospite non è grave, rientrando spesso nei compiti di rappresentanza del comandante: se però il capitano ha impostato una rotta scorretta ed è andato via, o peggio ha lasciato qualcun’altro ai comandi di una nave nel corso di un ‘inchino’ ad alto rischio, beh, questa è tutta un’altra storia.

    L’identità della donna bionda, intanto, è stata rivelata: di tratta di Domnica Cemortan, 25enne moldava già membro dell’equipaggio della Concordia e venerdì 13 gennaio imbarcata come passeggera per un viaggio di piacere. La ragazza ha raccontato la sua ‘verità’ ai tg e ai giornali moldavi, raccontando di essere rimasta al fianco del comandante in plancia di comando fin verso le 23.50. Pur non essendo in servizio, infatti, la Cemortan è stata invitata da Schettino a restare al suo fianco per tradurre in varie lingue i messaggi ai passeggeri.

    Ora ci si aspetta un suo interrogatorio: lei in tv difende la condotta di Schettino, che a suo dire avrebbe salvato migliaia di persone avvicinando la nave alla costa. Anche su questo indaga la magistratura, mentre Schettino è stato finalmente sospeso dal servizio e non potrà godere dell’assistenza legale della Costa Crociere, che lo ha definitivamente scaricato. Questo farà decadere il provvedimento di custodia cautelare? Visto che i domiciliari sono stati comminati in virtù di una possibile reiterazione del reato – risultando a ieri ancora in servizio per la Costa e potenzialmente imbarcabile su qualche altra nave – ora che questa ‘occasione’ viene meno è possibile una ‘scarcerazione’? Lo chiediamo a chi ne sa qualcosa.

    522

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI