Naufragio Costa Concordia: da Sky Tg24 nuovo audio choc (video)

Naufragio Costa Concordia: da Sky Tg24 nuovo audio choc (video)

Francesco Schettino Costa

Come prevedibile, col passare dei giorni spuntano nuovi audio delle comunicazioni tra il comando della Costa Concordia e la terraferma dopo l’impatto della Costa Concordia con l’isola del Giglio. Dopo le telefonate choc tra Schettino e De Falco, ecco l’audio delle prime comunicazioni radio tra la Capitaneria di Porto, sollecitata dalle segnalazioni giunte alle forze dell’ordine contattate dai passeggeri impauriti a bordo della nave – già con indosso i giubbotti di salvataggio – e il comando che minimizza l’accaduto. Sono le 22.15, la Concordia imbarca acqua e il comandante lo sa, ma nel primo contatto con Livorno si parla di black-out. Di seguito l’audio diffuso da Sky Tg24.

Dopo le telefonate tra Schettino e De Falco che hanno scosso l’Italia, si moltiplicano le indiscrezioni sui documenti in mano agli inquirenti per la ricostruzione dell’incidente e delle fasi successive, per stabilire con esattezza le responsabilità e la successione degli eventi post-impatto, relativamente anche ai motivi del ritardato mayday.

Mentre si indaga sulle possibili responsabilità della Costa Crociere – qualcuno sospetta che sia stata la società a chiedere al comandante di minimizzare, circostanza tutta da verificare e che non allievierebbe le ‘colpe’ del comandante – e iniziano a spuntare le telefonate della Costa, che pare abbia richiesto a caldo l’intervento di una ditta per ‘tappare una piccola falla’ nello scafo (fuorviata probabilmente dalle notizie avute dal comando), la stampa cerca di raccogliere tutti i materiali da divulgare a lettori e telespettatori che da venerdì hanno gli occhi puntati sul relitto della Concordia. Ecco spuntare, quindi, la prima comunicazione tra la Capitaneria di Livorno e il comando della Costa Concordia, La voce non è quella del comandante.

In basso, invece, l’operatore rario della Capitaneria di Livorno racconta quanto contenuto in quella stessa comunicazione nelle interviste rilasciate nei giorni scorsi, confermando gli scenari inquietanti dovuti al ritardo del mayday.

Ne approfittiamo per mostrarvi anche un altro video di Sky Tg24 relativo alle ‘accuse’ rivolte dagli ufficiali delle forze ‘di terra’ alla mancata comunicazione tempestiva dei reali problemi della Concordia.

Ora si attende che vengano messi in circolazione i video registrati dalla Guardia di Finanza e dalla Guardia Costiera che sembra smentiscano anche le dichiarazioni rese da Schettino ai Pm di Grosseto circa la sua manovra di accostamento a riva, in attesa che prima o poi vengano dettagliatamente rese note le risultanze della scatola nera. Siamo ancora all’inizio (o siamo già alla frutta?).

454

Segui Televisionando

Gio 19/01/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Gorka 15 marzo 2012 06:44

Dall’informatissimo Dagospia. Ecco il reale obiettivo dell’attacco all’Italia, Stato con i enldamfotani nettamente migliori di quasi tutti i paesi OCSE. Ovviamente seguiranno le banche .. Esecutore principale: il solito Mario Draghi. Tutto come previsto. Tra l’altro si tratta della solita solfa, che va avanti da una ventina d’anni (per l’Italia e8 la seconda mazzata .). OCCORRE RIBELLARSI FACENDO CONOSCERE LA VERITA’ AGLI ITALIANI! 1 BRITANNIA/2: IL GURU MCKINSEY ROGER ABRAVANEL DA IL VIA ALLE PRIVATIZZAZIONI DEGLI ULTIMI GIOIELLI ITALICI, A PARTIRE DA FINMECCANICA. POI TOCCHERc0 A ENI ED ENELQuando alla sera vanno a dormire personaggi come Corradino Passera, Enrico Cucchiani, Colao Meravigliao, Paoletto Scaroni e tanti altri ex-McKinsey, prima di spegnere la luce accarezzano il libro Meritocrazia .ROGER ABRAVANELROGER ABRAVANELPer questi manager e8 un pigiama dell’intelligenza che li accompagna fin da quando si sono allontanati dal loro padre putativo, Roger Abravanel, l’uomo e maestro che per 35 anni ha guidato la societe0 di consulenza McKinsey & Company, ed e8 l’autore del volume che per i banchieri e i capitani d’industria contiene le tavole della legge.Oggi Abravanel, che e8 nato a Tripoli nel ’46 e si e8 laureato in ingegneria chimica vincendo il premio di pif9 giovane ingegnere d’Italia, e8 uscito dal grembo di McKinsey, e in tempi recenti si e8 dedicato a istruire la Gelmini, la vergine dei neutrini, per la riforma della scuola. Per tutti resta comunque un guru di riferimento e quando parla o scrive le sue parole pesano. Quelle di ieri ad esempio contenute in un ampio articolo del Corriere della Sera avranno sicuramente destato l’attenzione di Passera e di manager come Scaroni, Conti e Orsi perche9 Abravanel ha alzato senza infingimenti la bandiera delle privatizzazioni.Corrado PasseraCorrado PasseraLo spunto iniziale dell’articolo e8 la vicenda Finmeccanica, con i suoi risvolti tormentati, un Gruppo che secondo Abravanel si presta a uno spezzatino ideale per fare cassa. Agli occhi del padre di tutti i McKinsey le riserve su Finmeccanica non impediscono di affermare che lo stato italiano non e8 in una situazione molto diversa da quella di una famiglia che deve svendere i propri gioielli per evitare il fallimento . E agli anti-privatizzatori per i quali lo stato non puf2 rinunciare ai 2 miliardi di dividenti dell’Enel e dell’Eni, il buon Abravanel fa presente che con la privatizzazione si potrebbero raccattare almeno 30 miliardi.La conclusione e8 perentoria: il governo Monti acceleri le privatizzazioni delle aziende ex-pubbliche perche9 e8 pif9 facile portare a casa quattrini da questa operazione piuttosto che dalla vendita del patrimonio immobiliare e delle caserme .c8 inutile tirar fuori a questo punto la vecchia storia del ’92 quando sul panfilo Britannia si aprec la stagione delle privatizzazioni portate avanti dal trio Draghi-Ciampi-Grilli. A quell’epoca sul panfilo della regina d’Inghilterra Abravanel, non c’era ma adesso sente che davanti a un governo di professori e di manager che tengono bene in vista le tavole dei valori e delle regole, si puf2 accelerare lo smantellamento di un sistema che, almeno per quanto riguarda Finmeccanica, e8 fonte di corruzione.MARIO DRAGHIMARIO DRAGHIStupisce la semplicite0 con cui il 65enne ingegnere tripolino passi sopra con disinvoltura al significato dirompente che potrebbe avere lo sbaraccamento dei primi tre gruppi industriali italiani. Forse nel momento in cui il guru McKinsey ha alzato la bandiera delle privatizzazioni, ha saputo che tra un mese partire0 da Bruxelles una lettera che costringere0 l’Italia ad abbandonare le golden share con le quali fino ad oggi il Tesoro ha difeso la presenza dello Stato in settori strategici.

Rispondi Segnala abuso
Seguici