Nadia Toffa a Televisionando: ‘Le Iene, la sorpresa più grande’ [INTERVISTA]

Nadia Toffa a Televisionando: ‘Le Iene, la sorpresa più grande’ [INTERVISTA]

''Pif è come un fratello, Geppi Cucciari è pazzesca'

    Nadia Toffa a Televisionando: ‘Le Iene, la sorpresa più grande’ [INTERVISTA]

    Accento bresciano, buona parlantina e sorriso smagliante: queste le caratteristiche di Nadia Toffa, la Iena donna di punta delle ultime edizioni del programma, da quest’anno promossa alla conduzione. Insieme a Geppi Cucciari e Pif, sarà al timone della puntata del martedì sera, in onda per 14 settimane, a partire dal 26 gennaio. Una conduzione che arriva dopo l’esperienza di Open Space, il talk show di Italia 1 andato in onda nell’autunno 2015, in un certo senso preambolo dell’approdo a Le Iene Show.

    Un – giusto – riconoscimento per Nadia Toffa, dopo tanti servizi che hanno fatto discutere e hanno portato alla luce piaghe profonde del belpaese: dalla Terra dei fuochi al giro d’affari creato dalle slot machine, dall’Ilva alle truffe di vario genere, infatti, il giornalismo d’inchiesta è il pane quotidiano della Toffa, che, nonostante il salto alla conduzione, non smetterà di indossare i panni dell’inviata: ‘La mia vita è stare in strada, vedere la gente da vicino’, dice. Televisionando l’ha intervistata a margine della conferenza stampa di presentazione del programma.

    Da inviata de Le Iene a conduttrice: che emozione si prova?
    Per me è un’emozione enorme. Faccio l’inviata a Le Iene da sei anni e ho sempre seguito la diretta. Con i miei colleghi abbiamo tanti impegni lavorativi, però non ho mai mancato una puntata perché c’è una bella adrenalina e mi piaceva proprio seguirla.

    Open Space è stata la tua prima prova di conduzione vera e propria. Ti saresti aspettata la promozione a conduttrice de Le Iene?
    No, Le Iene è per me la sorpresa più grande che ci sia ed è anche il programma più bello che ci sia: è completo, c’è l’energia, c’è la simpatia, c’è la serietà, tante componenti che lo rendono unico. Open Space è stata un’esperienza bellissima che mi ha permesso, secondo me, di essere qui. La conduzione è una cosa molto diversa, ci vogliono anche le cosiddette ‘ore di volo’, come per i piloti. Lì è stata una prova dura perché erano tre ore di programma, da sola, con un talk: è stata una bella palestra tutta all’improvviso.

    Essere chiamata a condurre Le Iene è stata una bella gratificazione?
    Moltissimo.

    Ovviamente il rischio era alto, sono proprio due mondi diversi. Quando sono entrata nel mio studio e ho detto ‘Buonasera, bentrovati a Open Space’, sono stata me stessa, ho pensato ‘me la gioco sulla spontaneità’; può piacere o non piacere, ma forse me la sono giocata bene e alla fine sono stata promossa alla conduzione de Le Iene.

    Dopo Open Space e lo spazio che nel tempo hai conquistato con i servizi, forse il tuo arrivo a Le Iene non è del tutto inaspettato.
    Sì? Beh, diciamo che il lavoro fatto prima di Open Space ha giocato a mio favore.

    Da quest’anno conduci, ma continuerai a fare anche l’inviata. Che tipo di servizi vedremo?
    Tornerò sui servizi d’inchiesta. Non farò la comica anche se sono una persona che sorride molto, sono molto allegra, e lo vedrete anche nella conduzione, perché, sì, sono secchiona, però non bacchettona! Il mio filone è comunque l’inchiesta: voglio fare denunce, mi interessano gli argomenti pesanti, i documenti da studiare. Di sicuro tornerò sulla sanità con delle belle sorprese.

    Che rapporto hai con il resto del cast?
    Fantastico, sono felicissima! Pif è come un fratello, ci vediamo anche fuori e lo adoro perché ha la capacità di essere multiforme, ha veramente tante chiavi di lettura. Geppi la adoro, già solo per essere una comica donna: le comiche sono pochissime, si fa più fatica a far ridere da donna. A me fa molto ridere, non si riesce mai ad avere l’ultima parola perché è pazzesca, ha sempre la battuta pronta, sa improvvisare, sa essere molto pungente, anche se ho invece scoperto, invece, che è anche molto dolce.

    Dopo Le Iene, ancora Iene?
    Diciamo che sono sposata con Le Iene, anche se non è detto: nella vita può succedere di tutto, però finché c’è stimolo, divertimento, passione, entusiasmo…Per strada la vivo con grande entusiasmo, a maggior ragione in studio.

    737

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntervisteItalia 1Le Iene
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI