Musica, i 50 peggiori video della storia secondo NME

Musica, i 50 peggiori video della storia secondo NME

I 50 video peggiori della storia secondo la rivista musicale inglese NME, il vincitore è Friday di Rebecca Black, anche gli Eiffel 65 in classifica

    Non manca davvero nessuno nella classifica dei 50 peggiori video della storia secondo la prestigiosa rivista inglese Nme, da nomi importanti (i Beach Boys o David Bowie), a meteore pop (come la numero uno Rebecca Black e il suo Friday, in apertura di post). Come era prevedibile, molti dei video appartengono alla decade più kitsch della storia, gli anni ’80, per completezza vi faremo vedere la top ten degli orrori e sceglieremo le altre brutture fra la posizione 50 alla numero uno.

    Al numero 50 della classifica di NME c’è Cher e la sua If I Could Turn Back Time, il video all’epoca causò un po’ di scalpore vista la presenza della cantante rifattissima coperta solo da alcuni strati di nylon che canta e balla su una portaerei circondata da marinai nel pieno di una crisi ormonale. Un remake del video ha per protagonista Meg Griffin, ecco l’originale e la parodia:

    Cher è seguita da Paris Hilton e la sua Stars Are Blind, ma di quest’ultimo blocco della classifica, ci sembra il caso di segnalare i video alla posizione 44 e 43, rispettivamente Wake Me Up Before You Go-Go degli Wham! e i Journey, tanto amati dal professor Schuester di Glee, in Separate Ways. Nel primo video la band indossa magliette over size con la scritta Choose Life, solo che a un certo punto George Michael (il cantante recentemente si sta riprendendo da una brutta polmonite) decide di indossare una maglia rossa e ‘balla come una scimmia’, come scrive il Nme, non solo… a un certo punto il corpo di ballo e il duo pop diventano fosforescenti. In Separate Ways, da segnalare strumenti musicali che sfidano la forza di gravità. Ecco i due capolavori:

    Dalla 40 alla 31 vi segnaliamo tre posizioni, la 36, la 35, la 33. In 36esima posizione una canzone che sicuramente ricorderete se siete stati giovani negli anni ’90: Rednex e la loro Cotton Eye Joe, votato come peggior video del 1994, alla 33 troviamo un’autentica kitscheria un singolo di Danni Minogue cantato con Julian Mc Mahon, Christian Troy di Nip/Tuck, ecco i due video:

    Menzione speciale per la posizione numero 35, con gli unici italiani della classifica, i piemontesi Eiffel 65 e il loro tormentone Blue Da-Ba-Dee, ecco come commenta l’orrore NME: ‘Non riusciamo a capire se l’alieno blu muove la testa a ritmo di musica o tenta di distruggersi il cranio per causarsi una lesione al midollo spinale‘, ecco il capolavoro:

    Siccome al peggio non c’è mai fine ecco che commentiamo le posizioni dalla 30 alla 21, di questo blocco vi segnaliamo tre posizioni, la 28, la 27 e la 22. Al 28esimo posto Miley Cyrus e la sua Can’t Be Tamed svolta sexy di Hannah Montana, seguito a ruota da Mika e il suo Big Girls (You Are Beautiful), rifatto appositamente per lanciare la seconda stagione di Ugly Betty, e alla 22, un video concepito come se fosse divertente, ma che non fa ridere affatto, o almeno questo scrive la rivista inglese ecco i Bloodhound Gang e la loro The Bad Touch, tormentone del 1999:

    Ci avviciniamo alla vetta, e dal blocco di posizioni dalla 20 alla 11, vi vogliamo bene e vi facciamo vedere solo due video, di due pezzi da 90 della musica mondiale. Al 16 ecco gli U2 e la loro Numb, la traccia che lanciò Zooropa cantata interamente da The Edge, sinceramente non ci sono parole per commentare questo video, se non vederlo, eccolo:

    Alla 12, due mostri della musica (David Bowie e Mick Jagger) cantano per la prima volta insieme, il potenziale Dancing In The Street ce l’aveva tutto, peccato che il videoclip ha dimostrato che questo duetto non s’aveva da fare:

    Eccoci arrivati nella top ten degli orrori. In posizione numero 10 James Blunt e il suo tormentone del 2005 You’re Beautiful, NME definisce la voce di Blunt simile a quella di un criceto o se preferite una sorta di strip sotto la pioggia. Al nono posto un inno per tutti i fan di Grey’s Anatomy, la hit di Fray How To Safe A Life, ricantata dal cast nella puntata musical. La rivista inglese cita proprio la serie di Shonda Rhimes e commenta così l’orrore di questo videoclip: ‘Non ci interessa in quante commedie romantiche con Katherine Heigl o in quante scene di Towie (il Jersey Shore inglese) questo brano è stato usato il video fa alquanto schifo. Però almeno scopriamo che la solitudine si può rappresentare come se fosse uno spot per la collezione primaverile di Gap‘. Ecco i video:

    All’ottava c’è Christina Aguilera, con un video talmente brutto che non vi ricordiamo, citando NME perché rappresentare il suo ritorno con così tanto latex.

    Dopo Not My Self Tonight, al 7 troviamo i meravigliosi Pixies e il video della loro bellissima Velouria, peccato che in questo caso, come in altri, il videoclip ha rovinato una canzone meravigliosa, come dare torto a NME…

    Proseguiamo e alla sesta posizione troviamo, i Razorlight e la loro Wire To Wire, in cui il frontman è inspiegabilmente inquadrato sempre con un fiammifero in mano, in quinta una canzone dance, Call On Me di Eric Pryzd e come scrive la rivista inglese: si vedono solo un mucchio di sederi in mutande in lycra. Il video è chiaramente ispirato al Let’s Get Physical di Olivia Newton John. Fuori dal podio troviamo Lady Gaga e il video di Judas, citiamo NME ‘un videoclip pieno di allusioni alla religione che non sono altro che un cliché, vestiti di alta sartoria osceni e modelli che sembrano che non mangiano dal 1990. Un tentativo di salire sul vagone di Madonna e dei suoi video cattolici che diventa quasi comico, un video perfetto per la canzone più brutta di Lady Gaga’, eccolo:

    Medaglia di bronzo a Susan Boyle per il suo video della cover di Lou Reed Perfect Day. Non sappiamo se per l’arrangiamento o per l’atmosfera cupa del video, ma siamo d’accordo con la rivista inglese e questo videoclip fa davvero paura. Senza contare che quando la bruttina di Britain’s Got Talent quando canta ‘Such a perfect day I’m glad I spent it with you‘ (un giorno perfetto e sono felice di averlo passato con te), sembra davvero una minaccia. Ecco Susan:

    Chiudiamo con la seconda posizione, il primo orrendo video apre questo post, e vi scriviamo dello scivolone dei Kings Of Leon, e ci affidiamo sempre alle parole della rivista inglese: ‘Pensavate che i Kings Of Leon erano un gruppo rock? Invece, vi sbagliate, i fratelli Followills sono dei missionari cristiani inviati a insegnare nelle scuole africane come indossare al meglio occhiali da sole fighissimi e jeans strappati‘, senza contare che il video di Radioactive sembra quasi razzista.

    1580

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN VideoMusicaYouTube