Music Gate, su Rai Gulp! il talent show dello Zecchino d’oro

Music Gate, su Rai Gulp! il talent show dello Zecchino d’oro

il prossimo 10 ottobre debutterà su Rai Gulp! il primo talent show per bambini dai 6 ai 13 anni: si intitola Music Gate ed è una co-produzione Antoniano di Bologna e Rai Gulp!

    Music Gate, logo

    In arrivo su Rai Gulp! il primo talent show per bambini voluto dai padri dell’Antoniano di Bologna, sì proprio quelli dell’amato Zecchino d’oro. Si chiamerà Music Gate e sarà condotto da Georgia Luzi e Michele Bertocchi.

    Mentre lo Zecchino d’Oro festeggia i 50 anni dalla sua prima messa in onda (era il 24 settembre del 1959) i frati dell’Antoniano di Bologna si lanciano in una nuova e modernissima sfida. Debutterà il prossimo 10 ottobre Music Gate, il primo talent show rivolto ai bambini tra i 6 e i 13 anni co-prodotto dall’Antoniano Production e da Rai Gulp! e presentato in occasione della sessantunesima edizione del Prix Italia di Torino.

    Music Gate andrà in onda sul canale digitale tematico della Rai dedicato ai bambini ogni sabato pomeriggio alle 18 sotto la conduzione di Georgia Luzi, mentre la striscia del day time sarà presentata da Michele Bertocchi.

    In ogni puntata due giovanissimi concorrenti, tra i 20 selezionati durante l’estate, si sfideranno a ritmo di canto, ballo e intrattenimento del pubblico. Coadiuvati da un proprio team, scelto fra gli otto ballerini e i sei cantanti ospiti fissi del programmi, dovranno mettere in scena un mini-musical che sarà giudicato dal pubblico in studio: un gruppo di 120 piccoli giurati dagli 8 ai 14 anni.
    La serata finale è fissata per il 6 gennaio e il premio in palio è la rappresentazione di un piccolo musical.

    Più che un talent show gli autori e i produttori preferiscono definirlo un game show in cui però non si vince nulla.

    Music Gate sarà “l’occasione per bambini e ragazzi che già hanno fatto esperienza in scuole di canto e musica di affinare le proprie capacità senza, però, vincere nulla – ha spiegato Gianfranco Noferi, responsabile di Rai Gulp! – . E questa è una novità in un mondo in cui bisogna vincere sempre. La differenza tra un talent show e il nostro game show è il clima che si respira. La battaglia che sta facendo con forza la Rai è quella della qualità da portare avanti su tutte le piattaforme. Ma bisogna farlo adesso e non fra dieci anni”.

    Padre Alessandro Caspoli, direttore dell’Antoniano, durante la presentazione della trasmissione ha invece sottolineato come mancasse “un programma dedicato agli adolescenti. Questo non ha nulla a che vedere con lo Zecchino d’oro, ma vuole mettere a frutto, attraverso il gioco e portando principi di divertimento sano e semplice, ciò che i bambini hanno fatto fino a quel momento”.

    485