Mtv si tinge di vintage: una sezione cult con i volti storici della rete

Mtv si tinge di vintage: una sezione cult con i volti storici della rete

Mtv Cult mette a disposizione il suo archivio con i programmi che hanno fatto la storia della rete

da in Luca e Paolo, Mtv, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:
    Mtv si tinge di vintage: una sezione cult con i volti storici della rete

    Mtv lo chiama Cult, Rai uno, riecheggiando le famose Teche di Viale Mazzini lo ha battezzato Techetechetè, Canale 5 affida i suo ricordi catodici ad Alfonso Signorini. Nomi diversi per la medesima operazione mediatica: i cari vecchi programmi, rimasti nel cuore e nei ricordi dei telespettatori riproposti in tv. Nel caso di Mtv, online.

    Così se la parola inglese kitchen è per voi solamente la stanza della casa in cui gli inglesi fanno colazione e se italo spagnolo vi ricorda un vostro lontano cugino che vive a Madrid, sappiate che ci sono due notizie che devo comunicarvi. La prima, quella buona, è che siete, buon per voi, ancora troppo giovani. La seconda, quella cattiva, è che vi siete persi, televisivamente parlando, quello che da molti è considerato il periodo d’oro dell’emittente musicale Mtv, una vera propria rivoluzione che ha segnato una generazione di giovani.
    A tutto c’è rimedio. Per i nostalgici sulla trentina che non comprendono il fascino dei vari Jersey Shore o per chi si volesse mettersi in pari, il sito di Mtv ha messo a disposizione il suo archivio storico: tra Victoria Cabello, Fabio Volo, Luca e Paolo e Andrea Pezzi.

    Per le fan di Volo, Mtv ripropone il suo “Italo spagnolo”, in cui quello che poi sarebbe diventato l’ attore-scrittore-conduttore-radiofonico-doppiatore trasmetteva da un appartamento sulla Ramble nel centro di Barcellona e raccontando i giovani spagnoli e le loro avventure.

    Chi amasse Luca e Paolo può invece ripercorrere le puntate di Mtv trip, un lungo giro attraverso l’Europa alla guida di una fiat 130 targata Bologna allestita come un’ autofunebre e possiamo rivedere parodie, sketch e filmati del duo genovese.

    Poi c’è il più recente talk show Very Victoria che ha fatto da trampolino di lancio per la Cabello verso la tv generalista.

    Invece c’è da andare indietro fino al 1999 per rivedere l’interno di un set televisivo trasformato in una cucina reale, in cui Andrea Pezzi, il condutture ravennese, accompagnato dal musicista Mao, tra un videoclip musicale e l’altro intervistava attori, cantanti, e conduttori alle prese con la preparazione di una ricetta di cucina. Un programma antesignano dei vari cooking show ancora prima che Benedetta Parodi, Antonella Clerici e i cuoichi di Master Chef mettessero le mani sui fornelli.
    Proprio Kitchen, un programma semplice ma lungimirante, ci da l’idea dell’importanza di quella vecchia mtv, creativa, originale e made in Italy, capace di sfornare veri professionisti che tuttora sono presenti nella nostra tv: Victoria Cabello, Giorgia Surina e lo stesso Andrea Pezzi.
    Caro signor Mtv 2013, ci dobbiamo accontentare solo del cult, o è possibile un ritorno a quel tipo fare tv, vivaio della tv generalista e che ha rivoluzionato la musica e non solo? Ai posteri l’ardua sentenza. Intanto noi ci godiamo Mtv cult.

    485

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Luca e PaoloMtvProgrammi TV