Morto Paolo Limiti, il conduttore aveva 77 anni: addio ad un simbolo della televisione italiana

Paolo Limiti è morto all'età di 77 anni: il conduttore, simbolo della televisione italiana, era assente dal piccolo schermo da diverso tempo. Professionista noto ed apprezzato, ha condotto numerosi programmi televisivi, prodotto show e scritto canzoni indimenticabili. La notizia della scomparsa di Limiti è trapelata sul web e Mara Venier ha voluto salutarlo con immenso affetto.

da , il

    Morto Paolo Limiti, il conduttore aveva 77 anni: addio ad un simbolo della televisione italiana

    E’ morto Paolo Limiti: il conduttore aveva 77 anni ed era assente dal piccolo schermo da quasi un anno. Simbolo della televisione italiana e, in particolar modo, della Rai, Limiti ha rappresentato un pezzo di storia per la cultura del Bel Paese. La notizia della scomparsa del paroliere e produttore televisivo è giunta attraverso un post su Instagram di Mara Venier che ha salutato con affetto l’amico e collega: ‘Ciao Paolo…quanto bene ci siamo voluti…quanto mi mancherai’. Se ne va, così, dopo Gianni Boncompagni anche un altro grande esempio di televisione, educazione e charme.

    Paolo Limiti è morto il 27 giugno 2017: il conduttore – nato l’8 maggio 1940 a Milano – si è spento a 77 anni dopo un periodo di lunga assenza dal mondo della televisione. Noto e apprezzato presentatore, paroliere e produttore, solo un anno fa Limiti aveva spiegato di essere stato allontanato dal piccolo schermo perché ‘non raccomandato’: ‘I raccomandati c’erano anche in passato, ma in misura minore’ – aveva raccontato in un momento di sfogo – ‘Oggi la proporzione si è allargata. A me sembra che in questo periodo si senta un po’ troppo il peso di nonni, cugini, parenti e amanti di chicchessia’.

    Ciao Paolo ....quanto bene ci siamo voluti ...quanto mi mancherai RIP#paololimiti

    A post shared by Mara Venier (@mara_venier) on

    Paolo Limiti, la malattia che lo aveva colpito un anno fa

    Solo un anno fa, Paolo Limiti era stato colpito da una malattia che lo aveva costretto a rimanere a casa nonostante lo spirito lo spingesse a tornare al suo lavoro e alla passione che lo ha reso un grande professionista.

    Negli ultimi giorni, però, il conduttore era stato ricoverato proprio a causa di quel tumore che da diversi mesi lo aveva costretto a vivere lontano dalle luci dei riflettori.

    Nelle ultime ore, dunque, le condizioni di salute di Paolo Limiti si sono aggravate talmente tanto da portarlo fino alla morte. L’intero mondo dello spettacolo piange la sua scomparsa.

    Paolo Limiti: una vita in tv

    Paolo Limiti iniziò a muovere i primi passi nel 1968 in seguito ad una intuizione di Luciano Rispoli grazie al quale avviò una collaborazione con la Rai come autore e regista de La maga Merlini con Elsa Merlini.

    A distanza di pochi anni, poi, Limiti intraprese quello che divenne un vero e proprio sodalizio artistico con Mike Bongiorno divenendo autore di programmi celebri come il Rischiatutto, recentemente riproposto anche da Fabio Fazio su Rai 3.

    La nascita della televisione commerciale gli permise di lavorare per numerosissimi altri progetti televisivi che riportavano sempre la sua firma: La parola è d’oro e Telemenù con Wilma De Angelis, Il musicuore con Betty Curtis e Giovanna e Luci di mezzanotte con Gianfranco Funari.

    Dal dietro alle quinte, poi, Paolo Limiti passa davanti alla telecamere come conduttore: da giugno 1996 è stato volto di E l’Italia racconta (poi rinominata Ci vediamo in tv, ieri, oggi e domani), ha condotto Supersera, il Paolo Limiti Show ed è stato tra i presentatori di Domenica In durante la stagione 2003/2004.

    Dopo un lungo periodo dedicato al teatro, poi, il conduttore è tornato al piccolo schermo con Minissima 2010 – tributo alla carriera di Mina – E state con noi in tv su Rai 1 e nel 2012 ha curato una rubrica su La 7 all’interno del programma Cristina Parodi Live.

    Paolo Limiti