Morte virtuale per Lonelygirl15, eroina di YouTube

La ragazza uccisa da una setta bisognosa del suo sangue

da , il

    Era il 16 giugno 2006 quando sul famoso portale di YouTube apparve il video di una ragazza, LonelyGirl15, che raccontava via webcam la sua vita di adolescente ‘soffocata’ da genitori bigotti.La ragazza, che diceva di chiamarsi Bree e di aver 16 anni, era in realtà Jessica Lee Rose di 20 anni, e recitava in un format ideato, studiato e sviluppato appositamente per YouTube da Miles Beckett e Mesh Flinders; una scoperta che non ha fatto infuriare i web-spettatori, anzi: il successo delle avventure americane ha spinto i cugini inglesi a creare una versione UK di LonelyGirl, tale Kate Modern sulla piattaforma Bebo. Da ieri, comunque, la ‘serie tv web’ americana non ha più la sua protagonista: nell’ultima puntata della prima stagione, Bree è stata uccisa da una setta religiosa bisognosa del suo sangue, dotato di qualità particolari. LonelyGirl15, comunque, non chiuderà: la prossima settimana prenderà il via la seconda stagione, che avrà sempre lo stesso titolo e nel cast i personaggi rimanenti, inclusa la setta ‘The Order’ che continuerà a cercare altre ragazze con il sangue dalle stesse proprietà di Bree. Quanto alla Lee Rose, che per la sua interpretazione in Lonelygirl15 ha vinto a giugno il premio come miglior attrice del web, il ‘Webby Film and Video Awards’, prenderà parte al nuovo programma ‘E-lebrity’, insieme alle altre star del mezzo telematico, Taryn Southern (la ragazza del video pro-Hillary) e Stevie Ryan (che è passata da Little Loca su YouTube a Online Nation, un programma CW in cui presenta “i migliori, più divertenti e più bizzarri videoclip amatoriali messi in Rete”).