​Monica Cirinnà: ‘Uomini e donne contro l’omofobia, grazie a Maria De Filippi’

​Monica Cirinnà: ‘Uomini e donne contro l’omofobia, grazie a Maria De Filippi’

Su Canale 5 debutta il 'Trono Gay' e la senatrice PD ringrazia la conduttrice per il 'coraggio' avuto in TV a Mediaset

    Il plauso di Monica Cirinnà. ‘Da oggi il trono gay entra con normalità a Uomini e Donne. Grazie a Maria De Filippi per il coraggio contro l’omofobia’: sono queste le parole che la senatrice in quota PD e prima firmataria della nuova legge sulle Unioni Civili in Italia, affida al suo profilo Facebook per commentare il debutto in TV di Claudio Sona, il primo tronista gay nel programma Mediaset; e lo fa contemporaneamente alla messa in onda della puntata con la sua presentazione al pubblico a casa, quella trasmessa su Canale 5 il 14 settembre 2016.

    Un commento, relativamente breve, quello apparso sul suo profilo Facebook nel pomeriggio di mercoledì 14 settembre 2016, con cui la politica ringrazia pubblicamente – anche se, per ora, solo tramite la piattaforma social – la numero uno di Uomini e Donne Maria De Filippi, in studio su Canale 5 per condurre la puntata di presentazione dei quattro nuovi tronisti della trasmissione, tra cui l’attesissimo Claudio Sona, il primo tronista gay all’interno del programma.

    Infatti pare proprio che Monica Cirinnà abbia apprezzato la scelta di Maria De Filippi di introdurre con ‘normalità’ la novità del trono gay a Uomini e Donne.

    Innanzitutto, ‘collocandolo’ all’interno del già noto Trono Classico, quello cioè per il quale già da varie edizioni partecipano i tronisti etero, in cerca dell’anima gemella; in secondo luogo, facendo disporre i corteggiatori del tronista gay alla sua sinistra (a destra per chi guarda la TV da casa), al fine di differenziarli da coloro che in studio sono presenti per corteggiare la nuova tronista, l’ex Miss Italia Clarissa Marchese.

    Cosa ha fatto Claudio Sona nella sua prima puntata di Uomini e Donne? Si è, innanzitutto, presentato in una clip video, nella quale ha svelato alcuni dettagli su di sé, tra cui la professione di gestore di bar a Verona che ha intrapreso da giovanissimo, accendendo un mutuo a soli 23 anni, e anche grazie al sostegno dei suoi genitori che non lo hanno mai discriminato quando ha parlato per la prima volta del proprio orientamento sessuale.

    Successivamente, una volta in studio, Claudio Sona ha conosciuto i suoi primi corteggiatori, tra cui Mario: un ragazzo che, visibilmente imbarazzato, ha detto di giocare a calcio nella vita, di fatto svelando anche ai suoi ‘compagni di campo’ e tramite il piccolo schermo quello che era stato un ‘segreto’, di sicuro fino a quel momento.

    Parlando con Claudio Sona, infine, il corteggiatore Mario ha subito chiarito di non voler essere preso in giro e di cercare un rapporto di fiducia e spontaneità. Non resta che farsi una sola domanda: riuscirà a nascere l’amore tra i due? Beh, come si dice in questi casi: se non rose fioriranno.

    580

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI