Mondiali Sudafrica 2010, Paris Hilton arrestata? “Solo un malinteso”

Mondiali Sudafrica 2010, Paris Hilton arrestata? “Solo un malinteso”

Paris Hilton ha scelto Twitter per fornire la sua versione dei fatti sul suo presunto arresto in Sudafrica, (dov'era andata per vedere Brasile-Olanda) per colpa di uno spinello fumato a quanto pare dalla sua amica Jennifer Rovero

    Paris Hilton, Mondiali Sudafrica 2010

    In un messaggio più lungo del solito postato sul suo Twitter Paris Hilton ha fornito la sua versione dei fatti sulla disavventura sudafricana di cui è stata protagonista insieme all’amica Jennifer Rovero. Il loro arresto a causa di uno spinello fumato sugli spalti durante la partita Brasile-Olanda valida per i quarti di finale dei Mondiali di Calcio 2010 è stato solo un malinteso, la bella e ricca ereditiera della catena di alberghi di lusso Hilton non aveva niente a che vedere con il possesso di marijuana ed è stata subito rilasciata. O almeno questo è quello che sostengono lei e il suo agente.

    Ovunque vada Paris Hilton riesce sempre a combinarne una delle sue e a far parlare di sé. Poteva mancare all’evento sportivo dell’anno? Certo che no! E allora eccola comparire in Sudafrica ai Mondiali di calcio 2010 per assistere alla partitissima Brasile-Olanda insieme alla sua amica Jennifer Rovero, ex coniglietta di Playboy. Fin qui nulla di strano, peccato però che al termine dell’importante quarto di finale la famosa prezzemolina del gossip americano sia stata fermata dagli agenti di Port Elizabeth per possesso di droga e rilasciata dopo poche ore.

    Stando a quanto riportato dalla stampa d’Oltreoceano le due ragazze avrebbero fumato uno spinello all’interno dello stadio e per questo la polizia sudafricana le avrebbe arrestate, interrogate e trattenute in attesa che il loro caso fosse esaminato da un magistrato.

    Paris dunque è dovuta comparire (per l’ennesima volta) davanti a un Tribunale ma è stata subito rimessa in libertà, in quanto le accuse contro di lei sono cadute grazie all’amica Jennifer che si è addossata tutta la colpa ed è stata condannata al pagamento di una multa di 128 dollari (in alternativa c’erano 30 giorni di carcere).

    Le autorità sudafricane attraverso un comunicato hanno fatto sapere che alcuni agenti in servizio allo stadio avendo percepito odore di cannabis, si sono avvicinati alle due ragazze e “hanno constatato che una canna è stata gettata a terra. Se le accuse contro la Hilton sono state ritirate è perché la sua amica ha preso su di sé tutta la responsabilità, ammettendo di essere stata lei a fumare uno spinello”.

    Ecco invece il messaggio della Hilton postato sul suo Twitter per fornire la sua versione dei fatti: “Ci sono state molte voci su questa vicenda e voglio dire la verità: non sono stata né arrestata né accusata, perché non ho fatto nulla… Ho solo dato il mio contributo alla polizia e risposto ad alcune domande, e tutti sono stati gentilissimi con me…. Adoro il Sudafrica! – ha concluso – È un posto meraviglioso, soprattutto durante i Mondiali”.

    Anche l’agente di Paris attraverso un comunicato inviato alla Cnn ha spiegato che “l’incidente è stato un malinteso causato da un altro componente del gruppo, che avrebbe indicato per errore la Hilton agli agenti, mentre invece Paris non aveva niente a che fare con quanto accaduto”. Sarà davvero così?

    556

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI