Mondiali Calcio 2010: la Francia fra lacrime, insulti e ammutinamenti

Mondiali Calcio 2010: la Francia fra lacrime, insulti e ammutinamenti

Continua la crisi della Francia, dopo gli insulti di Anelka, la star della squadra Franck Ribéry è scoppiato a piangere durante un programma televisivo di Tf1 intervenendo in difesa dei suoi compagni

    Non è un bel Mondiale per la Francia, non solo perché in campo non sta esprimendo il suo gioco, ma per mille questioni che riguardano lo spogliatoio. Qualche giorno fa la punta Nicolas Anelka ha insultato il ct Domenech, ieri un duro scontro in allenamento fra il capitano Patrice Evra e un preparatore atletico e le lacrime di Franck Ribéry durante un programma di Tf1. Potete vedere l’intervento dell’attaccante del Bayern Monaco a Téléfoot in apertura di questo post. Secondo molti il destino della Francia è segnato da quando fu confermato il Ct Domenech. La situazione è talmente grave che Ribéry, il giocatore simbolo della squadra, in lacrime ha detto: “Tutti ridono di noi“.

    Più che una telenovela sembra di vedere un dramma. L’attaccante è arrivato a sorpresa negli studi del programma di Tf1 e ha vuotato il sacco: “”Ho letto che io avrei un problema con Gourcuff è falso. Sono stato il primo ad andare a parlargli, perché abbiamo bisogno di lui. Da due o tre giorni viviamo un momento difficilissimo per i giocatori, per il paese, per tutti, stiamo soffrendo. Il gruppo è scoppiato, ed è la Francia che soffre, sono io che soffro, dico davvero, tutti ci stanno prendendo in giro nel mondo. Non ce la faccio, questo non è più pallone“.
    Il calciatore marsigliese è tornato poi sulla “spia”, il giocatore che ha spifferato tutto ai media, in primis gli insulti di Anelka a Domenech, insulti che sono costati cari al giocatore che ha dovuto abbandonare il Mondiale: “Un traditore ha rivelato troppe cose. Ci toglieremo un peso dallo stomaco quando sapremo chi è“. Ribéry in lacrime alla fine ha chiesto scusa a tutti i francesi, per aver giocato “un Mondiale che non è quello che tutti si auguravano“.
    Dopo le parole dure di Ribéry, è stata la volta del capitano Patrice Evra che ha litigato con il preparatore atletico Robert Duverne e da lì i giocatori hanno scelto di saltare l’allenamento, un ammutinamento visto da numerosi fan che erano lì per assistere a un allenamento a porte aperte. Il delegato della FFF Valentin ha confermato sia la protesta che il litigio. Jean-Louis Valentin ha anche confermato che alcuni giocatori avevano sospeso l’allenamento: “E’ una vergogna, in queste condizioni ho deciso di tornarmene a Parigi“, ha detto rassegnando le dimissioni. I giocatori a questo punto hanno redatto un comunicato che è stato letto curiosamente da Domenech: “Tutti i giocatori francesi vogliono affermare il loro dissenso con la decisione della FFF di escludere Nicolas Anelka dal gruppo.

    Ci rammarichiamo per l’incidente avvenuto nell’intervallo di Francia-Messico ma ci rammarichiamo ancora di più per la divulgazione di un fatto che appartiene soltanto al gruppo ed è inerente alla vita di una squadra di alto livello [...] La Federazione ha preso una decisione senza consultare i giocatori, unicamente sulla base dei fatti riportati dalla stampa. Di conseguenza, per sottolineare il proprio dissenso rispetto all’atteggiamento adottato dalle più alte istanze, tutti i giocatori hanno deciso di non partecipare alla seduta programmata. [...] Siamo coscienti delle nostre responsabilità, quelle di portare i colori del nostro paese, e quelle che abbiamo rispetto ai nostri tifosi, agli insegnanti, ai volontari e a innumerevoli bambini che hanno i Bleus come modello“.
    Il presidente Jean-Pierre Escalettes è rimasto senza parole: “Sono costernato, il comportamento dei giocatori è inamissibile“. A tornare sugli insulti di Anelka (Va**, sporco figlio di…) è tornato il diretto interessato (Domenech): “Rimprovero ad Anelka di non essersi scusato il giorno dopo quando gli ho dato l’occasione di farlo. La gente non immagina quanta pressione abbiamo. Quando il Ct dà delle indicazioni, un giocatore può perdere la pazienza. Il fatto è diventato rilevante perché è finito sul giornale. Io avrei risolto la questione“, ha detto l’allenatore francese. Per fortuna dei mille fan dei Bleus, Domenech lascerà la guida della squadra a fine Mondiale, al suo posto arriverà l’ex juventino Laurent Blanc.
    Qui potete vedere il video del litigio fra Patrice Evra e il preparatore atletico Robert Duverne:

    772

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI