Mondiali Calcio 2010, l’invasione italiana in Germania-Spagna

Mondiali Calcio 2010, l’invasione italiana in Germania-Spagna

E' Mario Ferri, alias Falco l'Invasore, il disturbatore che ha interrotto la semifinale dei mondiali di Calcio 2010 Germania-Spagna

da in Attualità, Primo Piano, Sport, Video, Calcio in tv, Curiosità, Mondiali Sudafrica 2010
Ultimo aggiornamento:

    E’ nato un nuovo disturbatore tv: sebbene ancora lontano dai record di Cavallo Pazzo o di Gabriele Paolini, Mario Ferri (in arte Falco l’invasore) ce la sta mettendo tutta per entrare nel Guinness dei Primati. E a differenza dei ‘colleghi’ è riuscito a imporsi sulla ribalta internazionale. E’ proprio lui l’invasore entrato in campo nei primi minuti di Germania-Spagna, semifinale dei Mondiali di Calcio 2010 giocatasi ieri a Durban, accompagnato dalla sua ormai nota maglietta che inneggia a Cassano. e con una vuvuzela in mano.

    Non è il primo raid di Mario Ferri: l’avevamo visto nel novembre del 2009 durante l’amichevole Italia-Olanda a Pescara e per l’occasione indossava una maglietta con su scritto Cassano in Nazionale, e sul campo dello stadio Galileo Ferraris di Genova durante Sampdoria-Napoli, quando corse ad abbracciare il suo idolo.
    Il grido di battaglia è grossomodo sempre lo stesso: Cassano in nazionale cui si è aggiunto ieri un eloquente Lippi te l’avevo detto. Queste le frasi scritte sulla maglietta azzurra (‘sponsorizzata’ sul retro dal Carducci caffé di Pescara) che Mario Ferri, alias Falco l’Invasore, indossava ieri sera a Durban quando è entrato sul campo di gioco durante la semifinale dei Mondiali di Calcio 2010 tra Germania e Spagna. Una variazione sul tema, dal contenuto comunque sempre molto ‘esplicito’, con la quale ha riportato alla ribalta la triste uscita dell’Italia dai Mondiali, per molti da attribuire solo all’ex CT, Marcello Lippi. E’ durata solo pochi secondi quella pianificata (e annunciata) per ieri sera, anche perché il servizio di sicurezza era allertato e lo aspettava al varco: un breve inseguimento e Ferri è stato scaraventato al di là dei pannelli pubblicitari.

    Rivediamo in basso l’invasione di ieri sera.



    Modi un po’ bruschi, sottolineati dai giornalisti italiani presenti allo stadio, e immediato trasferimento alla centrale di Polizia, dove Ferri ha trascorso la notte in gattabuia in attesa del processo per direttissima che si terrà questa mattina: sicuro il foglio di via e probabile l’obbligo di non mettere piede in Sudafrica per almeno due anni.

    Intanto il mondo è tornato a parlare dell’Italia ai Mondiali: ci facciamo sempre riconoscere.

    439

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPrimo PianoSportVideoCalcio in tvCuriositàMondiali Sudafrica 2010