Mondiali calcio 2010: Italia spenta, pareggio con la Nuova Zelanda (1-1)

Un altro pareggio per la Nazionale di Marcello Lippi

da , il

    Un altro pareggio per gli Azzurri di Marcello Lippi e questa volta la qualificazione per i campioni del Mondo in carica si complica. Con il Paraguay primo nel girone, grazie alla vittoria di oggi, il passaggio del turno si deciderà giovedì contro la Slovacchia. Con la Nuova Zelanda è finita 1-1 con le reti di Smilz (fuorigioco) e Iaquinta (rigore) tutte e due segnare nel primo tempo. In alto gli highlights del match e di seguito il video della conferenza stampa post-partita di Lippi.

    Già dal settimo minuto si capisce che la partita sarà in salita, segnano i Kiwi con Smeltz, anche se in fuorigioco. Punizione di Elliott, palla sfiorata da Reid (l’eroe del match contro la Slovacchia, marcatore del primo gol nella storia del Mondiali della Nuova Zelanda in posizione di fuorigioco), il capitano Cannavaro controlla male in area e la sua deviazione di coscia diventa un assist per Smeltz, che mette dentro il comodo 1-0. La squadra della Nuova Zelanda lancia i suoi colossi che non esitano a difendere la palla anche con mezzi non letici come gomitate qua e là e altri colpi proibiti. Sul piano fisico gli All Whites ci sovrastano, ma noi sprechiamo le occasioni con Montolivo (forse il migliore il campo) e Chiellini. Al 28′ Smith trattiene in area De Rossi, Iaquinta segna il rigore del pareggio e gli Azzurri festeggiano con una vuvuzela. Si va negli spogliatoi sull’1 a 1 e l’Italia che gioca nel secondo tempo è molto più confusionaria di quella schierata nella prima metà: fuori Gilardino per Di Natale, via Pepe per Camoranesi. Lippi tenta l’ultima sostituzione: dentro Pazzini, per Marchisio. Ora in campo con Iaquinta, Pazzini, Di Natale e due centrocampisti offensivi come Camoranesi e Montolivo praticamente giochiamo in campo con 5 punte, ma serve a poco.

    A mancare l’occasione del raddoppio è invece la Nuova Zelanda, ma il sinistro di Wood trova le mani di Marchetti, unica novità rispetto alla brutta Italia andata in campo con il Paraguay. Neanche Lippi, intervistato da Carlo Paris e poi in conferenza stampa, si capacita del brutto risultato, adesso gli Azzurri, campioni del Mondo in carica, si giocano la permanenza nel Mondiale con la Slovacchia e hanno nel girone gli stessi punti della squadra numero 78 della classifica Fifa: la Nuova Zelanda. Veramente così non va.