Mondiali Calcio 2010, i video di Italia-Slovacchia 2-3. Italia fuori

Gli highlights di Italia-Slovacchia, match decisivo degli Azzurri ai Mondiali di Calcio 2010 in Sudafrica

da , il

    E’ finita al cardiopalma l’avventura degli Azzurri ai Mondiali di Calcio 2010: al match decisivo l’Italia esce sconfitta per 3 a 2 contro una veloce, lucida e precisa Slovacchia, a segno con Vittek al 26′ del primo tempo e al 29′ del secondo e con Kopunek all’89′. Abbiamo lottato nel secondo tempo, con un guizzo di Di Natale al 36′ del secondo tempo e uno di Quagliarella al 92′: negli ultimi minuti si è vista finalmente un’Italia degna del suo titolo, con un altro gol annullato all’84′ e uno dubbio non convalidato. Senza considerare l’ultima occasione, a recupero finito, di Pepe, che aveva sul piede il pareggio. Finale nervoso con gli Azzurri esasperati dalle perdite di tempo della Slovacchia. in alto gli highlights di Italia-Slovacchia 2-3.

    Dopo la Francia, vicecampione del mondo 2006, escono dai Mondiali di Calcio 2010 anche i Campioni del Mondo 2006: una débacle del genere non se l’aspettava nessuno, nonostante il brutto gioco espresso con il Paraguay e la Nuova Zelanda. Non è bastata la passione mostrata nel secondo tempo dalla Nazionale di Lippi: un risveglio tardivo che ha fatto sperare e che ha il sapore amaro di un gol annullato all’84′ e di un pallone che forse ha superato la linea della porta. Senza contare l’ultima miracolosa occasione sul piede di Pepe che ha lisciato il pallone che avrebbe potuto regalare gli ottavi all’Italia.

    Ma 45′ minuti di cuore non bastano a salvare un Mondiale regalato agli avversari: il pullman degli Azzurri è ormai diretto verso l’aeroporto di Johannesburg. L’Italia di Lippi lascia i Mondiali di Calcio 2010 nella fase eliminatoria sebbene il girone sorteggiato per la testa di serie azzurra (il girone F) fosse uno dei più abbordabili di tutto il Mondiale Sudafricano. E siamo invece arrivati ultimi, con solo 2 punti a fronte dei 3 della Nuova Zelanda, i 4 della Slovacchia e i 5 del Paraguay.

    Dopo la tripla delusione non restano che le recriminazioni verso il CT Marcello Lippi: sarà facile notare che una volta entrati gli uomini tenuti fuori nelle prime due partite del girone (Pirlo, messo in campo come ultima speranza, Di Natale, Quagliarella etc.) l’Italia ha cacciato fuori determinazione e voglia di vincere. Purtroppo troppo tardi, anche se il pareggio era davvero a un soffio. Noi ci fermiamo qui.