Miss Italia in arrivo su La7, Enrico Mentana su Facebook ribadisce: ‘Resto della mia idea’

Miss Italia in arrivo su La7, Enrico Mentana su Facebook ribadisce: ‘Resto della mia idea’

Enrico Mentana si scaglia su Facebook contro la possibilità che La7 trasmetta Miss Italia

    Mentre si fa sempre più probabile l’arrivo di Miss Italia su La7, con l’atipica coppia di presentatori Sergio Castellitto-Claudia Gerini, Enrico Mentana ribadisce su Facebook di essere contrario all’eventualità che il concorso di bellezza di Patrizia Mirigliani sbarchi sulla rete di Urbano Cairo. Il direttore del TgLa7, nelle scorse settimane, aveva già lanciato un monito contro Miss Italia, ritenendo il concorso non compatibile con l’identità della sua rete.

    A Enrico Mentana proprio non va giù che il concorso di Miss Italia 2013 venga trasmesso da La7. Nonostante la possibile conduzione di Sergio Castellitto e Claudia Gerini faccia sperare in un cambio di tono rispetto alle scorse edizioni, Mentana ribadisce la sua contrarietà con un post sulla sua pagina personale di Facebook: “Sia ben chiaro: su Miss Italia resto della mia idea“.

    Il direttore riconosce di essere praticamente l’unico dei volti dell’azienda a pensarla così (Corrado Formigli e Lilli Gruber hanno detto di non essere contrari): “Non sono né l’editore né il direttore di rete… Noto peraltro che le mie preoccupazioni sono restate solo mie, anche nel confronto con gli altri conduttori della rete, che legittimamente hanno idee diverse”. Ciononostante, visto che si parla di un’edizione totalmente rinnovata e lontana dalle precendenti, Mentana ritiene di aver ottenuto già un mezzo successo: “Qualche effetto comunque il mio sommesso altolà intanto l’ha avuto. Leggo che durerà solo una serata e che per renderla più ‘alta’ vogliono farla condurre a Castellitto: è segno che così com’era non si poteva proprio più mandare in onda, con buona pace di tutte le sorelle Bandiera intervenute a difesa del concorso“. Tuttavia, Mentana butta lì una frase sibillina: “Se davvero [Miss Italia] finirà su La7 vedremo che succederà, e poi ne parleremo“. Che il direttore stia preparando qualche gesto clamoroso?

    Aggiornamento dell’11 settembre 2013 a cura di Armando D’Avico

    Il monito di Mentana: “Miss Italia su La7? Anche no, grazie”

    Il direttore del TG La7 Enrico Mentana non sembra molto entusiasta della trattativa che la sua rete sta portando avanti con Patrizia Mirigliani per trasmettere l’edizione 2013 di Miss Italia. Il direttore ha tuonato il proprio dissenso su Facebook; la parola ora passa alla direzione di rete: cosa ne penserà di questa esternazione Urbano Cairo?

    Miss Italia su La7? Anche no, grazie. L’identità di rete è una cosa seria“. Questo sarà stato il pensiero di più di qualche addetto ai lavori, dopo aver appreso la notizia che La7 è in trattativa con Patrizia Mirigliani per trasmettere il concorso di bellezza, rimasto orfano di emittente dopo il rifiuto della Rai. La7, infatti, si è costruita negli ultimi anni l’immagine e la reputazione di un canale poco nazional-popolare e più votato all’informazione. Fa però scalpore il fatto che ad esprimere questo pensiero sia stato il direttore del telegiornale della rete, Enrico Mentana.

    Una frase secca, lapidaria, pubblicata su Facebook: così Mentana ha espresso il suo dissenso per la trattativa intrapresa dalla rete. Poche parole, ma di grande peso specifico: Mentana rimane l’uomo più rappresentativo della rete, sia dal punto di vista dell’immagine che da quello degli ascolti. C’è da capire se questa di Mentana sia solo un’opinione o un diktat ben preciso: e nel secondo caso, il presidente Urbano Cairo è d’accordo su questo che di fatto è un tentativo di commissariamento da parte di Mentana sulla direzione editoriale della rete?

    C’è anche da dire che l’opinione di Mentana, per quanto abbastanza condivisibile e coerente con la sua idea di televisione, va a scontrarsi con le nuove esigenze commerciali della rete, che stanno portando al riposizionamento de La7 verso fasce di pubblico più ampie e, inevitabilmente, più popolari. Vanno in questa direzione l’addio alla rete di Gad Lerner e Gianlugi Nuzzi, la messa in standby di Cristina Parodi e gli arrivi di Salvo Sottile, Gianluigi Paragone e Rita Dalla Chiesa. Possibile che Mentana fino a questo momento ignorasse o non si fosse reso conto della direzione verso cui la nuova dirigenza sta portando la rete?

    817