Miss Italia 2011: foto osè per Miss Cinema, rischia la fascia

Miss Italia 2011: foto osè per Miss Cinema, rischia la fascia

Miss Cinema 2011, Mara Dall'Armellina, rischia la fascia, il titolo e il contratto cinematografico vinti alle finali di Miss Italia 2011

    Miss Cinema 2011, Mara Dall'Armellina

    Guai in vista per Mara Dall’Armellina, eletta Miss Cinema nell’ultima edizione di Miss Italia 2011 celebratasi a metà settembre a Montecatini Terme. Una segnalazione ‘infida’ ha infatti svelato alcune foto osè scattate dalla neo-miss per un calendario aziendale per l’anno in corso. Un dettaglio in bella vista di troppo e si configura anche per lei un’esclusione dal concorso, come accaduto a Raffaella Modugno, Tiziana Piergianni e Alice Bellotto. Mara rischia la fascia di Miss Cinema 2011 e il contratto cinematografico che l’avrebbe vista debuttare nel nuovo film di Vincenzo Salemme, Dieci Regole per far Innamorare.

    Miss Cinema 2011, Mara Dall’Armellina, rischia di dover riconsegnare fascia, titolo e contratti all’organizzazione di Miss Italia, che sta esaminando la segnalazione di foto osé giunta in questi giorni a carico della bionda veneta, approdata alle finali del concorso con la fascia di Miss Veneto. Per Mara, 22enne indossatrice nata a Conegliano veneto, si profilano giorni bui per colpa di un paio di scatti da cui spunta, maliziosa, una parte del corpo che per i canoni di Miss Italia dovrebbe, invece, rimanere ben nascosta. Le foto del calendario incirminato sono già state pubblicate online dalla Gazzetta di Treviso.


    La miss, però, ‘ammette’ la colpa: “Sono pentita e amareggiata – ha detto Miss Cinema 2011 a Diva e Donna che pubblica oggi le foto incriminate – Avrei dovuto coprire il seno coi capelli, ma sul set, creando l’effetto bagnato, si è spostato il ricamo della maglietta. Avevo chiesto al fotografo di eliminare quella foto perché non mi piaceva, ma non credo comunque sia sconveniente. Il mio caso è diverso da quello delle tre eliminate per scatti hot e mi dispiacerebbe se fossi penalizzata senza avere colpe“.

    Di diverso avviso, ovviamente, le tre miss escluse dalla finale di Miss Italia 2011, ovvero Alice Bellotto, Raffaella Modugno e Tiziana Piergianni, che non si sono fatte scappare l’occasione di dire la loro sul nuovo caso, su diretta richiesta del settimanale: “La legge è uguale per tutte. Se l’organizzazione di Miss Italia fosse coerente, allora dovrebbe togliere il titolo a Miss Cinema” dicono le tre all’unisono, e non hanno tutti i torti.

    Per Mara, però, la delusione sarebbe ancora più cocente: il titolo di Miss Cinema Veribel 2011, infatti, portava con sè un contratto per la partecipazione nel nuovo film di Vincenzo Salemme, giunto peraltro a Montecatini durante la finale per ‘accogliere’ la neo-miss e introdurla alla sua prima esperienza sul set. Si attende il verdetto dell’organizzazione, ma voi che ne pensate?

    468

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Miss Italia 2016Primo Piano