Miss Italia 2011 apre alle curve della taglia 44

Miss Italia 2011 apre alle curve della taglia 44

patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia, ha annunciato che l'edizione 2011 sarà aperta ufficialmente anche alle ragazze taglia 44

da in Miss Italia 2016
Ultimo aggiornamento:

    Miss Italia 2011 apre alle taglie 44, la miss italia 2010 francesca testasecca è una taglia 42 ma è prosperosa

    Piccola ma significativa rivoluzione a Miss Italia. Per l’edizione 2011 la patron del concorso di bellezza più importante del paese, Patrizia Mirigliani, ha deciso di attuare una svolta antianoressia: a settembre sul palco di Salsomaggiore Terme potremo vedere sfilare anche ragazze dalle curve più morbide rispetto a quelle che di solito partecipano a questo tipo di kermesse. Insomma Miss Italia 2011 darà spazio anche ad aspiranti reginette con taglia 44 e in casi eccezionali addirittura 46, dalle forme avvolgenti e rassicuranti. Proprio come Monica Bellucci e Stefania Sandrelli, modelli ideali di donna secondo la Mirigliani. Tra le altre novità l’introduzione delle fasce di Miss Italia Sport e Miss Arte.

    La morte di Isabelle Caro, la modella francese ridotta pelle e ossa dall’anoressia e celebre per il suo nudo ritratto dal fotografo Oliviero Toscani per una campagna shock contro questa malattia, ha colpito molto Patrizia Mirigliani e in qualche modo ha inciso sull’ultima rivoluzione messa in atto dalla patron di Miss Italia che per l’edizione 2011 ha annunciato proprio una svolta antianoressia.

    È una ragazza che si è rovinata la vita per seguire modelli imposti dalla moda” ha dichiarato la Mirigliani ricordando la Caro. E quindi basta ragazze magrissime, il prestigioso concorso di bellezza dice finalmente sì alle forme più morbide e sinuose della taglia 44, e “se mi trovassi di fronte a una ragazza meravigliosa con forme armoniose e proporzionate, una specie di Anita Ekberg ai tempi della Fontana di Trevi”, spiega ancora la patron di Miss Italia, l’apertura sarebbe addirittura estesa alle ragazze che indossano la 46!

    Una decisione dettata anche “da un senso di responsabilità perché è Miss Italia che detta le tendenze – ha proseguito la Mirigliani – Bisogna insegnare alle donne più giovani e quindi più fragili che il modello di donna filiforme che non mangia e che vediamo ogni giorno in televisione non è quello da seguire, anche perché molte di queste showgirl hanno la fortuna di essere magre pur non facendo alcuna dieta”.

    La volontà di cambiare c’è e forse questo è il momento giusto per attuare la svolta e tornare in fondo alle origini di Miss Italia, quando al concorso partecipavano ragazze con le curve generose come Sophia Loren o Gina Lollobrigida.

    Oggi i modelli a cui ispirarsi potrebbero essere tranquillamente Stefania Sandrelli e Monica Bellucci, “due donne ‘sex symbol’ malgrado le loro forme morbide” che “nell’immaginario maschile piacciono di più perché sono più rassicuranti” ha concluso Mirigliani. Ma Miss Italia 2011 è davvero pronta a incoronare una ragazza più formosa taglia 44 (ricordate il caso di Benedetta Mazza nel 2008)? Che poi, per dirla tutta, rappresenterebbe sicuramente di più la donna italiana!

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Miss Italia 2016