Miss Italia 2008 è Miriam Leone, rossa e ripescata

Miss Italia 2008 è Miriam Leone, rossa e ripescata

Miss Italia è Miriam Leone, catanese, ripescata e dal capelli rossi (tinti)

da in Attualità, Carlo Conti, In Evidenza, Intrattenimento, Programmi TV, Rai 1, Miriam Leone, miss-italia-2008
Ultimo aggiornamento:

    Miriam Leone è Miss Italia 2008. Assegnata a lei anche la fascia di Miss Cinema, andata poi, per incompatibilità, a Valentina Mio (078). Miriam Leone, 23enne di Acireale (CT) ha conquistato il titolo di più bella d’Italia dopo essere stata eliminata e ripescata a inizio serata. Passerà alla storia per essere la prima Miss Italia dai capelli rossi (sebbene tinti). Delusa la superfavorita Marianna Di Martino De Cecco (020), data per vincente e arrivata invece al secondo posto. Al terzo Athina Covassi (054). Con la finale sono finalmente arrivati gli ascolti e la vittoria di serata, con 5.683.000 spettatori e uno share 34,71%.

    Miriam Leone (097), 23 anni di Acireale (CT), 1.76 cm per 57 chili, ha conquistato il pubblico e le giurie non solo con i suoi splendidi occhi verdi e i suoi capelli color rame, ma anche con la sua spigliatezza. Studentessa alla Facoltà di Lettere, Miriam è arrivata a Salsomaggiore con il titolo di Prima Miss dell’Anno, conquistato durante la trasmissione L’Anno che Verrà condotta da proprio da Carlo Conti a Rimini la notte di Capodanno. Sguardo intelligente, battuta pronta, scarsa ipocrisia da telecamera, Miriam non aveva però superato le fasi intermedie del concorso: deve il suo recupero alla giuria giovane, che l’ha ripescata, mentre quella tecnica l’aveva indicata nella rosa delle papabili al titolo di Miss Cinema, assegnatole e poi revocatole. Fin dall’inizio della serata, però, si è sentito il favore del pubblico, che l’ha sostenuta la per tutta la serata. Per lei inizia un anno davvero denso, visto che dovrà rispettare gli 83.000 euro di contratti garantiti dagli sponsor e non dovrà rinunciare al corso trimestrale all’Actor’s Studio, sponsorizzato dai Mirigliani e associato alla fascia di Miss Cinema, anche se verrà posticipato di un po’. Per Valentina Mio (078), ‘seconda scelta’ della giuria tecnica per Miss Cinema sono in corso trattative per uno stage sempre in America.

    Un’edizione all’insegna della Sicilia quella di Miss Italia 2008: le prime due classificate – due bellezze giudicate da tutti moderne e non convenzionali – vengono da Catania (la vincitrice, per la precisione, da Acireale). Un bel risultato che premia il Sud dopo l’elezione nel 2003 di Francesca Chillemi.

    Come ogni anno restano imprescrutabili i gusti degli italiani (giurie in studio incluse). Sono rimaste in gara fino alle ultime fasi Miss che avrebbero meritato di uscire dalle prime battute. Uno dei momenti più caldi è stato quello della seconda eliminazione della serata, che ha ridotto il numero delle aspiranti Miss Italia da 20 a 10: al passaggio del turno di Valentina Mio (078), poi Miss Cinema in carica, l’inconsapevole telecamera ha indugiato su un primo piano di Paolo De Andreis, capostruttura di RaiUno, che rivolgendosi ai giurati non ha esitato a commentare: “Ma è brutta forte ragazzi!”. La sua ‘promozione’ ha finito per penalizzare due delle favorite al titolo, Sabrina Cereseto (039) – che dovrà consolarsi con il titolo di Miss Eleganza, creato appositamente per Sophia Loren nel 1950 – e Giuseppina D’Alise (054), la cui uscita è stata sottolineata dal disappunto del pubblico del PalaCotonella.


    Buon risultato invece per Benedetta Mazza (008), più nota come ‘la taglia 44′: uscita subito prima del podio è stata salutata con un’ovazione del pubblico. Avevamo sperato in un terzo posto, ma la medaglia di legno è comunque un importante riconoscimento.

    Sul fronte della serata poco da segnalare, se non la galanteria e la signorilità di Andy Garcia e la simpatia e la verve di Pupo e Nino Frassica. Per il resto tutto si è svolto secondo copione, tra ospiti inattesi, come Martina Colombari e Martina Stella, non annunciate, mentre Micaela Ramazzotti ha dato forfait. Una serata conclusasi solo alle 00.45, tra innumerevoli escamotage per ritardare il più possibile il momento del verdetto.

    In conclusione un solo commento: questa Miss Italia ci piace, per sguardo, intelligenza, maturità, capacità di linguaggio e carattere. Molti dicono che la sua elezione sia dovuta soprattutto al contributo della giuria giovane, che ha svecchiato i canoni della più bella d’Italia rendendola più donna e meno ‘bambolina’. Oltre le gambe c’è tanto di più.

    (Foto: Luigi Saggese e Corriere della Sera)

    732

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCarlo ContiIn EvidenzaIntrattenimentoProgrammi TVRai 1Miriam Leonemiss-italia-2008