Miss Francia, Geneviève de Fontenay perde la sua battaglia con la Endemol

Per tutti in Francia Geneviève de Fontenay è Miss Francia, il concorso che lei stessa ha creato e ha abbandonato quando è diventato a sua detta volgare e dozzinale, perché acquistato dalla Endemol France

da , il

    Geneviève de Fontenay

    È una dura sconfitta quella subita da Geneviève de Fontenay, 78 anni, icona francese per stile e eleganza, e storica madrina di Miss France, nella battaglia che negli ultimi mesi l’ha vista opposta a Endemol France, versione francese della società produttrice controllata dalla famiglia Berlusconi che dal 2005 trasmette il concorso di bellezza transalpino. Il tribunale del commercio di Parigi ha proibito alla Fontenay, meglio conosciuta come ‘la Dame au châpeau’ di organizzare un concorso di bellezza concorrente a quello di Endemol, evocando una clausola di ‘non-concorrenza’ firmata dalla stessa Fontenay quando cedette alla Endemol i diritti di Miss France.

    Ma non è tutto, nella sentenza pronunciata qualche giorno fa, i giudici hanno anche ordinato alla Fontenay di smetterla di ”denigrare” la società se non vuole pagare una multa di 3.000 euro. Una condanna che allude in parte alle parole pronunciate dalla De Fontenay nei mesi scorsi e diventate un vero tormento del Petit Journal di Yann Barthès: ”Quelle che amano aprire le gambe andranno con Endemol e quelle con un po’ di classe verranno da me”, aveva detto la signora ripresa dal quotidiano britannico ‘Telegraph’, che aveva addirittura parlato di ”lotta all’ultimo sangue” tra la nobildonna e l”impero di Silvio Berlusconi’. Geneviève de Fontenay aveva lasciato le redini di Miss France perché ritiene che lo show sia diventato troppo volgare e con troppo nudo da quando il programma è stato comprato da Endemol France dichiarando una guerra all’evento lanciando una gara parallela all’insegna del bon ton. La Fontenay si è dimessa il primo aprile del 2010 all’indomani delle foto porno di Miss Parigi pubblicate su alcuni giornali. Esclusa dal concorso, la miss fu invitata in un reality prodotto dalla Endemol. ”Fine regno nel Paese delle miss”, titola Le Parisien, che dedica ampio spazio alla vicenda e sottolinea come lo stesso figlio Xavier, suo principale alleato nella battaglia con Endemol, abbia ormai abbandonato la madre. Ma se Geneviève non riuscirà a organizzare il suo ‘concorso parallelo’ potrebbe essere ripreso dai suoi ex collaboratori. ”Ci organizzeremo anche senza Geneviève”, ha detto Bernard Pichard, suo ex braccio destro, aggiungendo: ”Tra fine giugno e inizio luglio ci riuniremo per creare un’associazione. Organizzerò io stesso la mia propria gara nazionale. Endemol mi ha licenziato, ma io non ho firmato nessuna clausola di non-concorrenza…”. Intanto in Francia sempre più persone manifestano il loro sostegno a la dame au châpeau.