Miss Cinema 2011 è salva: le sue foto osé non violano il regolamento di Miss Italia

Miss Cinema 2011 è salva: le sue foto osé non violano il regolamento di Miss Italia

Mara Dall'Armellina è salva: la commissione di Miss Italia 2011 ha decretato che le foto apparse su un calendario non violano il regolamento

    miss cinema 2011 mara dallarmellina foto ose

    Mara Dall’Armellina può conservare l’ambita fascia di Miss Cinema 2011: il comitato organizzativo di Miss Italia 2011, infatti, ha decretato che gli scatti ‘osè’ della Miss, pubblicate su un calendario 2011 e venute alla luce grazie a una recente segnalazione, non violano l’articolo 8 del regolamento, che vieta espressamente alle miss di comparire senza veli e in pose sconvenienti. Va detto peraltro che l’articolo 8 è stato il vero protagonista dell’ultima edizione del concorso di bellezza più antico d’Italia, visto che ha mietuto ben tre vittime, ovvero Alice Bellotto, Raffaella Modugno e Tiziana Piergianni, tutte fuori dalla finale di Miss Italia 2011. Le vediamo già scendere sul piede di guerra.

    Miss Cinema 2011 Mara Dall’Armellina è stata ‘graziata’ dall’organizzazione di Miss Italia, chiamata a valutare la possibilità di un’esclusione della miss – con conseguente perdita di titolo e contratti – per alcuni scatti fatti nel 2010 per un calendario aziendale del 2011 (e che potete vedere nella nostra fotogallery). In un paio di foto spunta un seno in trasparenza, ma la commissione ha decretato che quelle foto ‘non costituiscono reato’.

    L’ufficio legale di Miss Italia, d’intesa con la patron Patrizia Mirigliani, ha riferito che l’immagine non viene considerata in contrasto con l’art.

    8 del Regolamento Generale del Concorso” si legge, infatti, in un comunicato ufficiale diramato dall’organizzazione, nel quale si specifica che “la posa non propone infatti nudità esplicite, ma uno scorcio di trasparenza in tutto assimilabile a quelli che frequentemente si riscontrano nelle creazioni di alta moda, o anche di moda pronta, né si evidenziano atteggiamenti provocativi o allusivi“. Alla luce di quest’analisi “non sussistono, dunque gli estremi di nudità o comunque sconvenienti di cui all’art.8 del Regolamento“.

    Mara Dall’Armellina, quindi, è salva e può prepararsi al debutto nel prossimo film di Vincenzo Salemme, premio destinato, infatti, alla vincitrice del titolo di Miss Cinema 2011. Immaginiamo già le furiose proteste delle tre Miss escluse dalle finali, le deluse Alice Bellotto, Raffaella Modugno e Tiziana Piergianni, che avevano invitato l’ufficio legale a escludere anche Mara dalla gara per ‘coerenza’ con le decisioni prese nei loro confronti. Ne vedremo delle ‘belle’…

    408