Misfits, in arrivo il remake americano prodotto da Josh Schwartz

Misfits, in arrivo il remake americano prodotto da Josh Schwartz insieme ad Howard Overman, creatore dello show originale

da , il

    Josh Schwartz e Misfits: se vi chiedete cosa c’entrino il creatore di Gossip Girl, Hart of Dixie e Chuck e lo show britannico, sappiate che il primo sta adattando una versione americana del secondo, che sarà prodotta dalla Fake Empire, la compagnia di produzione di Schwart affiliata a Warner Bros, e sceneggiata dallo sceneggiatore/producer insieme a Howard Overman, creatore della serie originale. Non c’è ancora un network interessato, ma visti gli ottimi riscontri della serie british, non sarà difficile trovarne.

    Se già vi sentite orfani di Chuck, che chiuderà al termine di questa quinta stagione, buone notizie per voi da Vulture: il producer Josh Schwartz sta infatti lavorando, assieme al creatore dello show originale, ad un remake americano di Misfits (di cui si parlava già mesi fa), serie tv britannica incentrata sulle misteriose e ‘paranormali’ avventure di un gruppo di cinque ragazzi ‘disadattati’ (appunto Misfits) che – colpiti da un fulmine mentre fanno servizio pubblico per espiare le varie pene a cui sono stati condannati per i loro reati – scoprono di avere degli strani poteri.

    Creata da Howard Overman, Misfits vede protagonisti Alisha (Antonia Thomas), in grado di apparire estremamente sensuale a chi la tocca, Kelly (Lauren Socha) che può leggere il pensiero altrui, Simon (Iwan Rehon) che può diventare invisibile, Curtis (Nathan Stewart-Jarrett) , in grado di ‘riavvolgere’ il tempo e Nathan (Robert Sheehan) che scoprirà (in maniera piuttosto macabra) quale sia il suo potere.

    In Inghilterra lo show – grazie ad una sapiente commistione di generi (c’è il teen drama ma anche il fantasy, c’è il dramma ma anche la commedia nera; un po’ come mischiare Heroes, Buffy e Scooby Doo) – ha riscosso un grande successo di critica, ed è divenuto in pochissimo tempo un cult per adolescenti e giovani adulti, e dopo il successo della messa in onda in tv continua a fare proseliti anche su Hulu, il servizio di streaming online dove è vista in media da 9 milioni di telespettatori.

    Per la versione americana, secondo Vulture, Schwartz e Overman non seguiranno la produzione canonica: invece di proporre il progetto a diversi network, tra cui uno che poi deciderà o meno se acquistare la sceneggiatura e girare il pilot, i due presenteranno già la sceneggiatura finita ai network (che poi decideranno ovviamente se girare il pilota). Una procedura usuale, spiega Vulture, quando nel progetto ci sono grandi nomi (è successo per Touch, il drama con Kiefer Sutherland che debutterà in midseason su Fox, per Awake di NBC e Ringer di CW).